Cronaca
il lutto

Si è spento don Luigi Venni: fu parroco di Lodetto e Cazzago San Martino

Classe 1941, fu anche curato a Urago d'Oglio. Dal 1991 al 2016 guidò la parrocchia franciacortina: come ringraziamento gli fu conferita anche la cittadinanza onoraria

Si è spento don Luigi Venni: fu parroco di Lodetto e Cazzago San Martino
Cronaca Sebino e Franciacorta, 14 Maggio 2022 ore 11:32

Si è spento ieri, venerdì 13 maggio, don Luigi Venni: parroco a Cazzago San Martino dal 1991 e fino al 2016, era ricoverato alla Domus Salutis di Brescia. I funerali si terrano lunedì, a Lovere.

Si è spento don Luigi Venni

Nato a Brescia nel 1941, don Luigi Venni, ultimo di quattro fratelli è cresciuto a Padergnone. Perde la madre all’età di due anni e, da sempre, si è dimostrato molto vicino alla chiesa. Don Luigi entrò in seminario nell’ottobre del ‘53 e sei anni dopo vestì ufficialmente la tonaca. Avvenimento ancor più importante fu’ però il 26 giugno del 1965, giorno in cui venne ordinato sacerdote dal vescovo Luigi Morstabilini.

Indietro nel tempo, e molto prima di arrivare in paese, risale ad Ome il suo primo servizio di curato (1965-1968). Qui, il religioso si è fermato tre anni prima dello spostamento a Urago d’Oglio (fu curato dal 1968 al 1971) . In queste prime esperienze, don Luigi ha continuato inoltre anche l’insegnamento alle elementari e alle medie. Nel’71 entra poi come curato a Lovere dove esercita il ministero con gli altri sacerdoti e si dedica principalmente agli adolescenti e ai giovani (1971-1981). Sempre impegnato con le Acli, la Caritas, gli anziani e la catechesi, don Luigi si è sempre dimostrato un uomo disponibile e una guida aperta al dialogo.

Giunse poi l’incarico come parroco a Lodetto di Rovato, dove continuò anche con insegnamento nelle scuole e al liceo per i seguenti dieci anni. Tanti  furono i progetti affrontati in quegli anni finché poi, nel 1991, don Luigi venne accolto nella parrocchia «Natività di Maria Vergine» come nuovo arciprete. Un lavoro lungo e articolato quello speso dal religioso per la comunità cazzaghese. La parrocchia gli ha infatti richiesto una continua presenza, un impegno costante al quale don Luigi non è mai mancato. Fondamentale anche nella costituzione dell’Unità pastorale delle quattro parrocchie, non ha mai negato il suo appoggio e la sua collaborazione a nessuno curando anche diversi lavori di carattere strutturale.

Il servizio a Cazzago e la cittadinanza onoraria

Dal 1991 al 2016 (gli ultimi anni li ha trascorsi come presbitero collaboratore a Lovere) guidà la parrocchia di Cazzago San Martino. «Guida prestigiosa della comunità parrocchiale cazzaghese dal 1991 al 2016, che ha rivolto la sua opera pastorale al bene di tutti, conciliano il rigore necessario nei momenti difficili della vita spirituale di un paese in continuo sviluppo economico e sociale con sentimenti di amore e di apertura al prossimo», sono le parole con cui l'allora sindaco Antonio Mossini nel 2016 aveva conferito la cittadinanza onoraria a don Luigi Venni, rimasto sempre nel cuore della comunità.

Il funerale

La camera ardente è allestita presso la Basilica di Lovere. La veglia funebre con la Messa, presieduta da don Angelo Gelmini, vicario episcopale per il clero, avrà luogo domenica 15 maggio alle 18. Il funerale, presieduto dal vescovo di Brescia, monsignor Pierantonio Tremolada, è lunedì 16 maggio alle 15 presso la Basilica di Lovere.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie