Cronaca
orzInuovi

Le seduce in chat, chiede denaro e quando viene scoperta la truffa oscura i profili social

Gli episodi sono stati denunciati all'Autorità giudiziaria, ma si raccomanda di fare attenzione a profili fake e richieste di denaro online.

Le seduce in chat, chiede denaro e quando viene scoperta la truffa oscura i profili social
Cronaca Bassa, 14 Febbraio 2021 ore 10:29

Non è il primo tentativo di truffa online che viene perpetrato tramite profili social che poi si rivelano dei fake. E non sarà l'ultimo. Ma a Orzinuovi le donne contattate e corteggiate in chat da un uomo che, con una montatura  e nomi e profili falsi, si è presentato come un soldato Usa di origini italiane di stanza ad Aleppo, in Siria, bisognoso di denaro per rientrare a casa, hanno capito l'inganno e la truffa non è andata a segno.

Le seduce in chat, poi chiede l'invio di denaro

Il copione è sempre lo stesso: prima ha chiesto loro l'amicizia su Facebook, presentandosi come un soldato Usa di origni italiane in missione ad Aleppo, poi ha cominciato a chattare con loro, inondandole di complimenti e lanciandosi in una corte di messaggi, sfruttando anche la foto di un militare seducente. Il tutto proprio a ridosso di San Valentino e con donne single di mezza età che, forse, visto anche l'anno difficile che tutti abbiamo vissuto a causa della pandemia, pensavano di aver trovato qualcuno con cui condividere una relazione sentimentale.

Ma quando, dopo averle sedotte online, il presunto militare ha chiesto loro dei soldi per poter rientrare a casa e poi incontrarle, è nato il sospetto che qualcosa di strano potesse esserci, e la vicenda è stata denunciata all'Autorità giudiziaria.

Quando viene scoperta la truffa oscura i profili social

A testimoniare l'accaduto sono state alcune donne di Orzinuovi, che hanno scoperto la truffa social e hanno voluto allertare anche le compaesane. Il finto militare che da loro non voleva una relazione d'amore, ma solo soldi per poi sparire, si è presentato in un caso come Francis Muller e in un altro come Donald Smithz, profili creati clonando i nomi di due uomini (un tedesco e un americano) ignari di tutto.

"La persona che gestisce questi profili organizza truffe online - ha spiegato una delle donne che il truffatore ha tentato di avvicinare online - Mi è stata mandata la richiesta di amicizia da questi due profili nel giro di 48 ore: sono profili diversi e nomi diversi, ma il soggetto nella foto è lo stesso. Insospettita, ho accettato per verificare se i sospetti fossero fondati, e così è stato. Contatta soprattutto donne definendosi un militare ad Aleppo, fa il filo e alla fine chiede soldi. Può sembrare stupido, ma abbiamo affrontato un anno difficile: un senso di solitudine o di debolezza momentanea potrebbe portare qualcuno a cadere nelal tresca di quest'uomo. Sono all'ordine del giorno storie di persone che si fidano e poi vengono truffate".

Quando la donna ha scoperto l'inganno, ha risposto all'uomo che si nascondeva dietro i due profili fake che aveva capito tutto e ha denunciato l'accaduto. A quel punto i profili Facebook sono stati eliminati.

"Il punto è che, cancellati questi, ne creerà altri, con lo stesso gioco - ha concluso - Quindi potrebbe presentarsi con aspetti diversi ma con lo stesso obiettivo. Se si conosce la modalità di "tresca" è più facile riconoscerlo, al di là dei profili. Una persona per bene non chiede soldi con due profili con le stesse frasi nel giro di 48 ore".

Necrologie