No alla violenza

La comunità di Milzano non dimentica Susy

Zsuzsanna Majlat, uccisa sette mesi fa dal compagno, è viva più che mai nei cuori dei suoi concittadini

La comunità di Milzano non dimentica Susy
Cronaca Bassa, 25 Novembre 2020 ore 15:36

Un fiocco rosso per non dimenticare Zsuzsanna Majlat uccisa a maggio dal compagno Gianluca Lupi, ora detenuto in carcere a Brescia.

Il femminicidio di Zsuzsanna Majlat

Zsuzsanna Majlat, per tutti Susy, uccisa dal compagno con quattro coltellate, è viva più che mai nel ricordo di quanti l'hanno conosciuta. Un fiocco rosso posto sul cancello della sua abitazione è il gesto dovuto che l'Amministrazione e la comunità hanno voluto fare nella Giornata internazionale della violenza sulle donne per dire "basta", per ricordare il dolore, la paura e il tragico epilogo di una vicenda che non doveva concludersi con un omicidio. Susy è viva nei cuori dei suoi famigliari, dei suoi amici, come testimoniano i numerosi messaggi sul profilo facebook della Chiesa di Milzano, e soprattutto dei suoi tre figli.

Le parole del sindaco Massimo Giustiziero

Il sindaco Massimo Giustiziero si è recato davanti all'abitazione dove ha voluto rendere omaggio alla giovane vita spezzata con una preghiea ed un messaggio per la comunità. "Purtroppo oggi siamo qui a ricordare un gravissimo atto di femminicidio successo quest’anno, a maggio durante il look down proprio nel nostro paese. Questo fiore rosso è un piccolo gesto che noi vogliamo fare nel ricordo di Susy, anche perché oggi non possiamo fare altro, causa restrizione pandemica. Il nostro impegno e la lotta non si fermano certamente qui".

Necrologie