Attualità
Sanità

Ospedale di Manerbio, una nuova collocazione per i reparti di cardiologia

Le prestazioni fornite dal reparto di Cardiologia di Manerbio si suddividono in cinque aree che operano in stretta sinergia.

Ospedale di Manerbio, una nuova collocazione per i reparti di cardiologia
Attualità Bassa, 05 Maggio 2022 ore 15:19

Nei giorni scorsi si è svolto il trasloco dei nuovi reparti di Cardiologia, Unità di terapia intensiva coronarica (U.T.I.C) e della sala di Elettrofisiologia dell’ospedale di Manerbio, già inaugurate a fine febbraio insieme alla Pediatria per un investimento di oltre 4,6 milioni di euro.

Una migliore gestione delle situazioni di emergenza

“La nuova collocazione dei reparti di Cardiologia, della unità di semintensiva e della nuova e moderna sala di Elettrofisiologia garantirà la massima funzionalità nella gestione delle situazioni di emergenzaurgenza – commenta il Direttore Generale dell’ASST Garda – la nuova sistemazione realizza spazi più efficienti e moderni a disposizione per i nostri professionisti e standard alberghieri molto migliorati per i nostri pazienti nelle nuove degenze. Gli obiettivi che ASST Garda vuole perseguire con la nuova collocazione riguardano in particolare l’Incremento e il miglioramento dei percorsi di cura già in atto per pazienti anziani in uscita dall’ospedale in maniera da seguire la patologia anche a domicilio e ritardare l’insorgere di nuove complicazioni che comportino un nuovo ricovero. Sono infatti previsti percorsi assistenziali dopo la dimissione per la gestione delle persone affette da Scompenso Cardiaco, Cardiopatia Ischemica”.

Cinque aree

Le prestazioni fornite dal reparto di Cardiologia di Manerbio si suddividono in cinque aree che operano in stretta sinergia: Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (U.T.I.C.), Degenza Cardiologia (14 posti letto), Policardiografia, Elettrostimolazione e l’Emodinamica L’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (U.T.I.C.) provvede alla diagnosi e cura delle più gravi cardiopatie. Il settore di Degenza Cardiologica è dedicato alle persone cardiopatiche meno gravi, provenienti dall’U.T.I.C. oppure direttamente dal Pronto Soccorso. Il settore di Policardiografia esegue visite cardiologiche ed esami tra cui: il Test al cicloergometro, Elettrocardiogramma, Holter, Ecocardiogramma, Monitoraggio dinamico della pressione arteriosa ed Ecocardiogramma pediatrico. Il settore di Emodinamica, operativo h24 sette giorni su sette, garantisce diagnosi e cura immediate della malattia coronarica tramite l’esecuzione di esami diagnostici, come coronarografie e di interventi salvavita, come angioplastiche. Nel settore di Elettrostimolazione vengono inseriti Pace Maker e defibrillatori nei pazienti ricoverati mentre la sostituzione di questi dispositivi avviene a livello ambulatoriale.

“Nel corso del 2021 nel nostro reparto sono stati ricoverati 889 pazienti – commenta il Responsabile dell’Unità Operativa cardiologica – di cui 506 in cardiologia e 383 in U.T.I.C., numeri che non possono che tenere conto del contesto pandemico in cui siamo stati costretti ad operare. Nel corso dello stesso anno abbiamo effettuato 175 interventi di impianto, revisione e rimozione di Pace Maker. Sono convinto che grazie al nuovo reparto cardiologico potremo continuare a garantire un servizio per il nostro territorio in condizioni di maggiore sicurezza e comfort, condizioni estremamente importanti in considerazione della popolazione sempre più complessa e fragile che accede ai nostri servizi”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie