fare del bene

Alpini e bikers in moto per la solidarietà

Partiti domenica mattina da Pontoglio, i bikers “Carlo e gli amici del Ponthollywood”, “Pack of Dogs”, “Chei de le do rode busade”, “Motoclub Erbusco”, “Jolly Riders” hanno raggiunto le penne nere orceane per un pomeriggio all’insegna della convivialità

Alpini e bikers in moto per la solidarietà
Pubblicato:

A Orzinuovi alpini e bikers in moto per solidarietà.

Nel fine settimana

Successo di partecipazione nel week end per la festa alpina targata Orzinuovi, dove centinaia di persone sono passate in via Giotto attratte dal buon cibo e soprattutto dall’aurea familiare che come sempre si respira. La stessa atmosfera che ha fatto capitolare decine di bikers (ottanta per la precisione) capitanati da papà Alessandro per il pranzo sociale a sostegno della Cooperativa la Nuvola, in particolare alle sperimentazioni Bios.

Alpini e bikers protagonisti

Partiti domenica mattina da Pontoglio, i bikers “Carlo e gli amici del Ponthollywood”, “Pack of Dogs”, “Chei de le do rode busade”, “Motoclub Erbusco”, “Jolly Riders” hanno raggiunto le penne nere orceane per un pomeriggio all’insegna della convivialità.

“Se riusciamo a dare una mano lo facciamo col cuore- ha confidato Alessandro - con un piccolo contributo di ognuno di noi possiamo fare la differenza. Bios ci ha aiutato molto, siamo stati seguiti e in questi tre anni abbiamo visto un significativo cambiamento in nostra figlia. E’ importante avere un supporto per non sentirsi spaesati perché puoi essere un bravo genitore finché vuoi ma se no hai il giusto aiuto non ce la fai”.

Un aiuto che sa di famiglia.

“L’aiuto di Bios è un aiuto perché in un certo modo guida i genitori – spiegano gli operatori - in realtà il nostro lavoro funziona se dall’altra parte abbiamo dei genitori che lo portano avanti. Da soli non faremmo niente, li accompagniamo, affrontiamo con loro le sfide con i nostri bambini che crescono. Come in tutte le famiglie i genitori si trovano ad affrontare le difficoltà che possono essere maggiori in presenza dello spettro autistico”.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali