Cronaca
borgosatollo

Per sfuggire ai soprusi 23enne si lancia dall'auto in corsa: in manette il compagno

I carabinieiri hanno ricostruito una più ampia storia di maltrattamenti nei confronti della giovane bresciana.

Per sfuggire ai soprusi 23enne si lancia dall'auto in corsa: in manette il compagno
Cronaca Bassa, 10 Luglio 2021 ore 09:49

I carabinieri della stazione di San Zeno Naviglio hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Brescia, un 23enne disoccupato, già noto alle Forze dell'ordine, ritenuto responsabile di maltrattamenti nei confronti della compagna coetanea.

Numerosi in questi giorni gli arresti per maltrattamenti e violenza domestica. A Iseo i carabinieri hanno arrestato un 32enne, mentre a Torbole Casaglia è finito in manette un 49enne. Un 52enne è finito in carcere per percosse, violenza sessuale e danneggiamento. Infine, è stato condannato a otto anni un pontogliese per violenza nei confronti della compagna.

Per sfuggire ai soprusi 23enne si lancia dall'auto in corsa: in manette il compagno

La donna, il mese scorso, per sfuggire al comportamento violento dell'uomo intento a guidare la macchina, aveva aperto lo sportello lanciandosi dal veicolo mentre era in movimento e procurandosi varie escoriazioni. Dopo la caduta aveva riportato 10 giorni di prognosi.

Le indagini dei carabinieri hanno consentito di ricostruire una più ampia storia di maltrattamenti di cui la giovane donna era vittima già da tempo. L'uomo è stato quindi arrestato ed è ai domiciliari.

Necrologie