BEDIZZOLE

Omicidio Fantoni, chiesto l'ergastolo per Andrea Pavarini

Ergastolo. E’ questa la richiesta avanzata dal pubblico ministero Marzia Aliatis all’interno del processo per la tragica morte di Francesca Fantoni, violentata e poi uccisa nella sua Bedizzole lo scorso 25 gennaio 2020.

Omicidio Fantoni, chiesto l'ergastolo per Andrea Pavarini
Cronaca Garda, 17 Giugno 2021 ore 10:22

Omicidio Fantoni, chiesto l'ergastolo per Andrea Pavarini.

Ergastolo. E’ questa la richiesta avanzata dal pubblico ministero Marzia Aliatis all’interno del processo per la tragica morte di Francesca Fantoni, violentata e poi uccisa nella sua Bedizzole lo scorso 25 gennaio 2020.

L’unico imputato, Andrea Pavarini, era presente mercoledì 16 giugno quando la parte civile ha ricostruito ogni centimetro - temporale e spaziale - di quella maledetta notte di fine gennaio. Dall’uscita assieme da un noto bar del centro, all’invito ad allontanarsi dal rumore degli autoscontri (presenti come ogni anno in piazzale Europa) fino all’inenarrabile violenza che ha portato alla morte di Francesca, preceduta da violenza sessuale. Pavarini, come detto, è l’unico imputato. Fermato il giorno stesso del ritrovamento del cadavere (lunedì 27 gennaio 2020) e «incastrato» dagli indumenti ancora sporchi del sangue della vittima, Pavarini aveva in un primo momento confessato la propria colpevolezza per poi ritrattare - a sorpresa - in uno degli ultimi atti del processo.

Più che l’effettiva colpevolezza dell’imputato, il processo sta indagando le facoltà di intendere e di volere dell’individuo, ma la pesante ricostruzione messa in campo dal pubblico ministero non vuole lasciare dubbi a riguardo: secondo l’accusa, Pavarini avrebbe agito in possesso delle proprie facoltà mentali, come testimoniano diversi gesti.

Necrologie