Chiari

L'Avis dona 3 quintali di pasta alla Caritas

Donate alle famiglie anche una targa e una pergamena anche in ricordo di Franco e Adolfo, che non ci sono più. Infine, non è mancato un appello.

L'Avis dona 3 quintali di pasta alla Caritas
Cronaca Bassa, 21 Dicembre 2020 ore 10:39

Un gesto di massima bontà in vista delle festività natalizie, un braccio teso nei confronti di chi ha più bisogno. L’Avis di Chiari, negli scorsi giorni, ha donato 310 chili di pasta alla Caritas.

L'Avis dona 3 quintali di pasta alla Caritas

«Solitamente devolvevamo quanto raccolto con la nostra castagnata in piazza, ma quest’anno il Covid ha stravolto tutto e noi abbiamo pensato di dare comunque una mano alla Caritas», hanno spiegato. I donatori, infatti, erano soliti ad organizzare in autunno la manifestazione (castagnata) «Brustulicc an piassa», in piazza Zanardelli, e utilizzare il ricavato per aiutare un ente benefico oppure acquistare qualcosa per la comunità (come il defibrillatore per la squadra spotiva dell’oratorio Centro Giovanile 2000).

«Quest’anno abbiamo pensato di contribuire dando una mano nell’ambito della colletta alimentare e ci siamo rivolti direttamente alla Caritas - ha spiegato Severina Tamanza, presidente di sezione dalla sconvolgente morte del marito Francesco Begni - Putroppo con il Covid la situazione di molte famiglie si è aggravata ulteriormente e, nel nostro piccolo, abbiamo voluto dare una mano».

Alla donazione, dopo aver seguito l’iter, oltre ai rappresentanti di Avis e Caritas, era presente anche don Luigi Goffi. Il dono è stato molto apprezzato, ma sicuramente lo sarà ancor di più da coloro che ne hanno davvero bisogno.

Il ricordo

In memoria dell’ex presidente Francesco Begni e del consigliere Adolfo Grassi (tra i fondatori della sezione cittadina), l’Avis ha consegnato alle famiglie una pergamena di riconoscimento e una medaglia per le donazioni effettuate. Un modo per esprimere affetto e riconoscenza. I due, sono venuti a mancare insieme e, tutt’oggi, è ancora difficile pensare che non ci sono più.

La ricerca di volontari

Insieme agli auguri, quest’anno, ci sarà anche un appello. In un periodo natalizio ancora fortemente caratterizzato dal Covid e nel quale non è possibile incontrarsi, gli auguri arriveranno direttamente a casa, ma con l’ulteriore richiesta di prendere parte alla «vita» dell’associazione.

«Cari avisini, visto il periodo difficile che stiamo vivendo quest’anno e non potendo organizzare il consueto scambio di auguri nella nostra sede, porgo a nome mio e di tutto il Consiglio direttivo “Buone Feste” con la speranza di poterci ritrovare al più presto - ha scritto la presidente Severina Tamanza - Ricordo che sta per scadere il mandato dell’attuale Direttivo e collegio dei revisori dei conti della sezione Avis di Chiari. Si sollecitano i giovani e meno giovani a rendersi disponibili per incarichi all’interno della nostra associazione di volontariato».

E’ possibile comunicare alla sede Avis, situata in Villa Mazzotti, l’adesione (specificando nome, cognome e recapito telefonico) entro il 31 dicembre 2020 oppure telefonando al numero 030.713347 o in alternativa inviando una mail (con le medesime informazioni) all’indirizzo email info@avischiari.it.

 

Necrologie