Cronaca
un nuovo inizio

La scuola primaria "Leonardo Da Vinci" di Cellatica torna alla comunità dopo il raid incendiario

Questa mattina il taglio del nastro

La scuola primaria "Leonardo Da Vinci" di Cellatica torna alla comunità dopo il raid incendiario
Cronaca Bassa, 09 Gennaio 2023 ore 14:50

Finalmente la scuola primaria Leonardo Da Vinci di Cellatica è stata restituita alla comunità.

La scuola primaria "Leonardo Da Vinci" torna alla comunità

Si è tenuta questa mattina (lunedì 9 gennaio 2023) l'inaugurazione della Scuola Primaria "Leonardo Da Vinci" di Cellatica, riconsegnata alla comunità dopo che, lo scorso settembre, un incendio, frutto di un atto vandalico, aveva devastato la scuola. Presente anche il Vicepresidente della Provincia di Brescia Guido Galperti.

Un gesto incivile

Il 18 settembre 2022 quattro giovani ammucchiarono banchi, libri e quaderni al primo piano dell’istituto e poi diedero tutto alle fiamme. Ora, a distanza di poco più di 90 giorni, il plesso della primaria "Leonardo Da Vinci" di via Risorgimento a Cellatica è pronto a riaprire i battenti. Con un costo complessivo pari a 380mila euro la scuola è stata messa a nuovo con tanto di sistema d'allarme e antincendio; rinnovati anche gli ambienti della mensa.

Cosa si era previsto, i lavori hanno preso il via il 9 novembre 2022

Il bando di assegnazione prevede un tempo di lavoro stimato in 40 giorni (lavorativi) per la pulizia ed il ripristino degli ambienti. I lavori interesseranno sia interventi di verifica e pulizia delle attrezzature (pc, stampanti etc) e degli arredi nonché la pulizia, il ripristino e la messa in sicurezza delle parti di edificio danneggiate. Saranno svolte conteporaneamente e nei giorni successivi al completamento di questi lavori le opere all’impianto elettrico e di tinteggiatura.

"In questi giorni ho avuto modo di dialogare con il responsabile della ditta a cui ho espresso, a nome della comunità, il desiderio che tali lavori vengano svolti con la più profonda dedizione e accuratezza nonché nei tempi stabiliti e concordati - aveva dichiarato il sindaco Marco Marini - Ho riscontrato serietà, dedizione e impegno ad assolvere il compito nella più alta professionalità possibile nonché una profonda sensibilità e responsabilità per il luogo dove i lavori stessi si stanno svolgendo. Stando a questi dati la conclusione definitiva dei lavori è prevista per la fine del mese di dicembre 2022 o i primi giorni di gennaio 2023. Colgo l’occasione per ringraziare l’Ufficio Tecnico e gli uffici comunali per il lavoro profuso in questi mesi".

Seguici sui nostri canali
Necrologie