Menu
Cerca
MONTICHIARI

Guidava un Tir in stato di ebbrezza in autostrada con il rischio di provocare una strage

Il suo mezzo pesante sbandava pericolosamente. Intercettato sulla A21, aveva anche il cronotachigrafo truccato e un dispositivo apposito che non bloccava le emissioni inquinanti, oltre ad un forte alito vinoso.

Guidava un Tir in stato di ebbrezza in autostrada con il rischio di provocare una strage
Cronaca Montichiari, 08 Giugno 2021 ore 10:06

Guidava un Tir in stato di ebbrezza in autostrada con il rischio di provocare una strage

Nel corso della settimana, una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Montichiari ha denunciato un cittadino polacco per guida in stato di ebbrezza alcolica avente il dispositivo cronotachigrafo alterato.

In particolare veniva allertata dalla Sala Operativa della Sezione di Brescia, per un mezzo pesante, con targa polacca, in quanto sbandava pericolosamente. Prontamente intercettato dalla pattuglia in A21, il conducente infatti risultava confuso e non coordinato nei movimenti, ed aveva un forte alito vinoso. Alla richiesta di sottoporsi ad alla prova etilometro rifiutava con conseguente denuncia per rifiuto.

Dal controllo della scatola nera presente sui veicoli commerciali per registrare i tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali, gli operatori insospettiti hanno iniziato a cercare il congegno per l’alterazione dei dati, trovando la presenza di un magnete sul sensore del cronotachigrafo digitale

Veniva accertato inoltre anche la presenza di un emulatore Adblue, collegato e funzionante, dispositivo elettronico atto a disattivare il sistema di abbattimento delle emissioni inquinanti del motore.-

Oltre la denuncia per rifiuto di effettuare l’accertamento per il tasso alcolico, per il conducente ritiro della patente, ritiro dei documenti di circolazione e una somma complessiva di 2600 € di sanzione.

I controlli sulle strade

Nel corso della settimana dal 31 maggio al 06 giugno 2021 la Polizia Stradale di Brescia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 246 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 136 in autostrada e 110 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 866 veicoli e 974 persone.

811 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 1498 punti decurtati; le patenti ritirate sono state 13, le carte di circolazione 13 e sono stati effettuati n. 18 fermi amministrativi.

Nel periodo in questione sono state contestate 211 violazioni per eccesso di velocità e 14 violazioni per velocità pericolosa, in particolare 39 persone sono state sanzionate per l’uso del telefonino alla guida e 49 violazioni per il mancato o non corretto uso dei sistemi di ritenuta, 11 persone sanzionate per la violazione misure restrittive in materia di mobilità non rispettando le limitazioni del DCPM Covid-19.

L’attività infortunistica complessiva consta in 28 incidenti: 21 incidenti con feriti, 6 con soli danni a cose e 1 con esito mortale.

Necrologie