Cronaca
Cologne

Corpo carbonizzato nell'auto: la vittima è un kosovaro di 40 anni

Gli inquirenti stanno indagando per omicidio: una delle ipotesi è che si sia trattato di un regolamento di conti.

Corpo carbonizzato nell'auto: la vittima è un kosovaro di 40 anni
Cronaca Sebino e Franciacorta, 30 Agosto 2022 ore 16:49

Gli inquirenti sono risaliti all'identità del corpo ritrovato carbonizzato ritrovato nell'automobile divorata dalle fiamme nelle campagne fra Cologne ed Erbusco, fra i campi e i vigneti in località Rodenga. Si tratta di un kosovaro di 40 anni, residente nel bresciano, vittima di quello che potrebbe essere l'esito di un regolamento di conti.

Corpo carbonizzato nell'auto: la vittima è un kosovaro di 40 anni

L'allarme era scattato nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 29 settembre. I Vigili del fuoco di Chiari e Palazzolo erano intervenuti dopo la segnalazione di un colognese che, dopo aver visto la colonna di fumo alzarsi da campi poco lontani dalla sua cascina, aveva prima avvisato l'agricoltore che aveva in affitto i terreni (che ai carabinieri successivamente ha dichiarato di non aver visto nulla) e poi i soccorsi: una volta sul posto, dopo aver spento l'auto, i Vigili del fuoco hanno fatto la macabra scoperta. Nel baule della carcassa dell'auto è stato ritrovato un corpo carbonizzato.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Cologne ed Erbusco, il nucleo  Radiomobile e la sezione Operativa, seguiti dalla Sezione investigativa. Dalle prime indagini era emerso che il mezzo, una Range Rover, è intestato a un cittadino kosovaro residente a Rovato, raggiunto e interrogato dai carabinieri, ora al lavoro per stabilire quale collegamento ci sia con la vittima, un connazionale di 40 anni con precedenti nello spaccio di stupefacienti. Gli inquirenti stanno indagando per omocidio: una delle ipotesi plausibili è che sia trattato di un regolamento di conti.

Attualmente sono state messe al vaglio le immagini della videosorveglianza, in collaborazione con la Polizia Locale, per risalire ai movimenti sospetti intorno all'area dell'evento.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie