Chiari in festa per San Faustino e Giovita FOTO GALLERY

Riconoscimenti civici consegnati alla Croce Bianca, Benito Zizioli e al poeta Angelo Marconi.

Chiari in festa per San Faustino e Giovita FOTO GALLERY
Bassa, 15 Febbraio 2020 ore 10:30

Chiari in festa per San Faustino e Giovita. Riconoscimenti civici consegnati alla Croce Bianca, Benito Zizioli e al poeta Angelo Marconi.

Chiari in festa per San Faustino e Giovita

La città festeggia oggi i suoi patroni, San Faustino e Giovita. Il luna park sarà affollatissimo per tutto il giorno, non mancano il mercato e le bancarelle, ma come ogni anno che si rispetti, ci sono tutti gli appuntamenti tradizionali. La festa è stata aperta ieri sera, in Santa Maria Maggiore, con l’incredibile concerto promosso dalla Piccola Accademia di Musica di San Bernardino che ha portato sul palco i musicisti della Scala di Milano per un appuntamento che rimarrà negli annali. Questa mattina, si è partiti con la cerimonia dei riconoscimenti civici mentre nel pomeriggio ci sarà il concerto del Coro Vox Nova. Domani invece, da non perdere la visita guidata con la Pro Loco alla chiesa di Santa Maria.

I riconoscimenti civici

Si è tenuta stamattina la cerimonia di consegna dei riconoscimenti civici: altissimo momento istituzionale, introdotto nel 2006, che vede Chiari festeggiare i suoi cittadini benemeriti in occasione della festività dei Santissimi Faustino e Giovita, Patroni della Città di Chiari.

Quest’anno a comporre la Commissione aggiudicatrice dei Riconoscimenti sono stati i consiglieri comunali Cristian Vezzoli, Ermanno Pederzoli e Giuseppe Gozzini. La cerimonia si è tenuta in Sala Repossi, alla presenza delle più alte cariche della città. A fare gli onori il sindaco Massimo Vizzardi e il presidente del Consiglio comunale Laura Capitanio, la quale ha sottolineato come questi riconoscimenti siano espressione del sentimento di stima e riconoscenza della città tutta nei confronti di persone e realtà che contribuiscono con passione e dedizione alla crescita sociale e culturale della comunità.

Ecco perché, proprio a sottolineare il vincolo tra i premiati e la cittadinanza, quest’anno per la prima volta si è deciso di far sì che i benemeriti fossero presentati da esponenti clarensi della società civile clarense stessa.

I premiati

Benito Zizioli – protagonista generoso dell’associazionismo clarense che ha fatto dell’impegno nel campo della prevenzione alle malattie cardiovascolari una missione trentennale – è stato premiato come esempio concreto di quanto il contributo appassionato di ciascuno sia significativo per promuovere il benessere della comunità. A introdurre questo cittadino benemerito – tra i fondatori del sodalizio Amici per il Cuore e tuttora è attivo nell’associazione – è stato non a caso il dottor Claudio Gentilini, Dirigente medico del reparto di Cardiologia dell’ASST Franciacorta di Chiari.

Riconoscimento civico anche per l’associazione Croce Bianca: meritevole realtà che oggi conta un’ottantina di volontari (militi), i quali con costanza e dedizione proseguono nell’impegno di prendersi cura del prossimo; un impegno che – accompagnato da un forte spirito di squadra – si concretizza quotidianamente sul territorio in preziose azioni di prevenzione e assistenza sanitaria. A presentare questa importante realtà è stato il professor Pietro Capitanio: tra i primi militi che hanno dato vita all’associazione ben dodici anni fa.

Infine, il terzo Riconoscimento Civico è stato assegnato al dottor Angelo Marconi: insignito portavoce della cultura bresciana sul territorio nazionale, che preserva e tramanda la lingua dialettale e identitaria della comunità. Grazie al suo lavoro in versi – nella sua poesia la clarensità si fa bellezza fruibile dai più – il nostro concittadino nel 2016 si è aggiudicato il primo premio nel concorso nazionale Salva la tua Lingua Locale (indetto dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia), ricevuto dal Presidente onorario della giuria, professor Tullio De Mauro, durante la cerimonia tenutasi in Campidoglio.

A introdurre il poeta è stato Sergio Faustini, Presidente della Pro Loco di Chiari, il cui Consiglio Direttivo nel 2019 ha nominato proprio Marconi come Socio Onorario dell’associazione. E a testimonianza dell’alto valore e dello stretto legame tra il poeta e la città, al termine della cerimonia Marconi ha omaggiato i presenti leggendo la poesia San Faüstì (tratta dalla sua raccolta Ombrìe d’amur), dedicata proprio alla festa patronale.

6 foto Sfoglia la gallery

La Santa Messa e lo scambio dei doni

A seguito della cerimonia civile si è tenuta la tradizionale messa in Duomo, presieduta dal Vicario Generale don Gaetano Fontana, al termine della quale si è tenuto lo storico scambio di doni.

Oltre ai fiori, il parroco monsignor Gian Maria Fattorini, ha donato al primo cittadino un crocifisso in legno con le mani giunte,  mentre l’Amministrazione ha inteso proseguire il percorso iniziato lo scorso anno, donando alla parrocchia un contributo economico finalizzato al restauro conservativo della chiesa della Beata Vergine di Caravaggio, al cimitero. A questa chiesa, la cittadinanza è fortemente legata e a cui si dedica con costanza e generosità il comitato specifico: l’Amministrazione ha così voluto testimoniare nuovamente la sua partecipazione all’opera di graduale recupero del bene. Il sindaco ha consegnato anche  i tremarì con le rose rosse, da anni fiori simbolo della nostra festa patronale.

6 foto Sfoglia la gallery

Nel corso della funzione è stato rivolto un pensiero anche a Giorgio Massetti, ingegnere 37enne di Cologne scomparso la scorsa settimana in un drammatico incidente sul lavoro. Proprio questa mattina infatti, nel paese limitrofo, la comunità ha salutato con i funerali solenni un grande uomo anche molto attivo nel sociale. Massetti era infatti anche il presidente della Handball Franciacorta.

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook: Brescia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Bresciasettegiorni (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PAGE

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia