Attualità
bar e ristoranti

Plateatici: Iseo concede l'ampliamento in deroga

La decisione della Giunta ha già suscitato polemiche politiche da parte del gruppo di opposizione Progetto Iseo.

Plateatici: Iseo concede l'ampliamento in deroga
Attualità Sebino e Franciacorta, 02 Aprile 2022 ore 15:56

Lo stato di emergenza è finito ieri, 31 marzo, ma il Comune di Iseo ha comunque deciso di rinnovare le concessioni per l'ampliamento dei plateatici, come avvenuto l'estate scorsa, per sostenere ristoranti e bar anche durante questa prima stagione del post pandemia. Ma la decisione fa già discutere.

Plateatici: Iseo concede l'ampliamento in deroga

Sul Garda, con il ritorno alla normalità, le Amministrazioni comunali hanno ricominciato a far pagare i canoni per la concessione dei plateatici agli esercizi pubblici e per le eventuali richieste di ampliamento. A Iseo l'Amministrazione ha invece deciso di prorogare le concessioni per l'ampliamento dei plateatici di bar e ristoranti fino al 30 settembre, per aiutare le attività che si trovano in difficoltà causa pandemia e per gli aumenti dei costi energetici.

"Con questa deroga l’Amministrazione vuole esprimere un chiaro e importante segnale di vicinanza alle attività commerciali - ha commentato Andrea Rivoltella, consigliere comunale con delega al Commercio - Questo provvedimento ci permetterà di avere il tempo necessario  per definire e approvare un regolamento per la concessione dei plateatici a oggi non presente e che in passato ha determinato situazioni critiche in sede di rilascio di autorizzazione. In assenza di regolamento infatti, laddove imposto il ripristino dei plateatici alla situazione pre Covid, ci si troverebbe di fronte a innumerevoli domande di ampliamento alle quali ogni scelta risulterebbe puramente discrezionale e soggettiva". Il provvedimento impone l’obbligo di pagare la tariffa comunale prevista per la tipologia di plateatico concesso. Quindi sì agli ampliamenti, ma non gratuiti (come invece era avvenuto nell'estate 2020 e 2021 con il Decreto Rilancio a seguito dei lockdown).

La polemica politica

La decisione dell'Amministrazione di Iseo ha già suscitato le polemiche politiche da parte del gruppo consiliare Progetto Iseo, che ha puntato il dito contro "trattamenti privilegiati" nei confronti di alcune e non di altre categorie. "Concessioni per molti ma non per tutti - hanno evidenziato dal sodalizio di opposizione - Vi sono categorie merceologiche, ad esempio negozi e mercatali, che sembrano non godere di deroghe, ma che ancora stanno soffrendo. Ai mercatali ad esempio è già stata notificata la Cosap per il 2022. Il regolamento per i plateatici, inoltre, c'è, basta applicarlo e farlo rispettare, 'al netto' di deroghe tese a favorire gli amici degli amici".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie