Attualità
iseo

Ospedale di Iseo: il Comitato si rivolge ancora alla politica

Ancora preoccupazione per il presidio

Ospedale di Iseo: il Comitato si rivolge ancora alla politica
Attualità Sebino e Franciacorta, 16 Aprile 2022 ore 19:50

Sull'ospedale di Iseo il Comitato al lavoro ormai da tre anni chiede nuovamente il supporto ai sindaci e alla Comunità montana del Sebino bresciano.

Ospedale di Iseo: il Comitato si rivolge ancora alla politica

In una lettera, inviata all'attenzione del presidente Marco Ghitti e del direttore Gloria Rolfi, le referenti del sodalizio costituito da ex infermiere, ostetriche e dipendenti del nosocomio Sebino rappresentano le preoccupazioni per il presidio di Iseo.

"Siamo nuovamente a chiedervi appoggio e sostegno nei confronti della causa dell'ospedale di Iseo, che oggi più che mai intendiamo riproporre, vista la grande preoccupazione riscontrata nei cittadini del territorio per la fruizione dei servizi sanitari – hanno spiegato Lucia Danesi, Orsolina Ciocchi e Nadia Zatti per il Comitato Pro ospedale e Ines Moretti per il Consorzio Lake Iseo Holiday che riunisce i campeggi del lago – Punto nascite, oncologia e ostetricia purtroppo non sono più presenti nel nostro nosocomio e il servizio di pediatria ha subito una notevole riduzione degli orari. Inoltre molti servizi di diagnostica vengono dirottati verso altre strutture".

Per il futuro sanitario del presidio di Iseo dall'Asst Franciacorta è stato presentato un progetto milionario per il rifacimento della Radiologia, mentre nella palazzina di fronte all'ospedale sorgerà la Casa della comunità, nell'ambito della riforma sanitaria regionale.

"L'ospedale di Iseo è stato ed è un importante punto di riferimento per la salute pubblica, per una nutrita comunità che durante la stagione estiva aumenta considerevolmente – hanno rimarcato dal Comitato – Per questo la presenza sul territorio di questa struttura, completa di tutti i servizi sanitari adeguati, diventa imprescindibile e prioritaria. Chiediamo alla politica che venga fatta chiarezza sulla direzione che prenderà il futuro del presidio, affinché vengano garantiti i servizi fondamentali alla cittadinanza".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie