Attualità
Sanità

Nuovo Polo Neuropsichiatria e Centro Be Smart agli Spedali Civili di Brescia

Presente il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana

Nuovo Polo Neuropsichiatria e Centro Be Smart agli Spedali Civili di Brescia
Attualità Brescia, 12 Gennaio 2023 ore 16:15

Nuovo Polo Neuropsichiatria e Centro Be Smart, la presentazione questa mattina (giovedì 12 gennaio 2023) alla presenza del presidente di regione Lombardia Attilio Fontana.

Nuovo Polo Neuropsichiatria e Centro Be Smart

Un percorso a più tappe all’interno degli Spedali Civili di Brescia, quello percorso dal Presidente di Regione Lombardia insieme al Direttore Generale della ASST Spedali Civili di Brescia, a dimostrazione di quanto la struttura e i  professionisti siano sempre in prima linea ad accogliere nuove sfide garantendo ai cittadini massima professionalità, qualità e percorsi di assistenza e cura specifici ed innovativi.

Neuropsichiatria

L’incontro tecnico rivolto agli operatori della Neuropsichiatria, ai rappresentanti di alcune tra le associazioni che maggiormente collaborano con la Neuropsichiatria e ai componenti del Collegio di Direzione, ha avuto come oggetto la presentazione del progetto del nuovo Polo Territoriale di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza di ASST Spedali Civili, che accoglierà, nella struttura di via Nikolajewka, tutte le attività di neuropsichiatria non prettamente ospedaliere. Il Nuovo Polo vuole rappresentare un ponte tra ospedale e territorio, la realizzazione di quella medicina di prossimità, individualizzata e di qualità, che sperimenta percorsi di assoluta innovazione per le possibilità di diagnosi, di trattamenti riabilitativi personalizzati integrati nel progetto di vita. Questo progetto rappresenta un nuovo modello di percorso, che non ha uguali in Brescia, in Regione ed anche a livello nazionale ed europeo.

Il progetto

Il progetto, interamente finanziato da Regione Lombardia con 13 milioni di euro, prevede la realizzazione di un edificio in grado di autosostenersi a livello energetico, che si configura quindi come Near Zero Energy Building. Nell’innovativo Polo di Neuropsichiatria, troveranno nuovi spazi, modalità organizzative e nuove possibilità terapeutiche tutte le patologie che già prima della Pandemia erano in aumento, come da tempo segnalato dalla Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile, e che durante questi anni di era Covid 19 sono esplose, rappresentando la drammatica realtà di sofferenza di bambini, ragazzi e famiglie che è sotto gli occhi di tutti e che ci vede impegnati nel dare risposte al futuro dell'infanzia e dei nostri adolescenti che sono  il futuro del paese.

I Disturbi del neurosviluppo , cui è interamente dedicato il piano terra con gli innovativi laboratori per le terapie riabilitative, i Disturbi del comportamento alimentare in età evolutiva con un centro per ambulatori e MAC e attività di terapia di gruppo, un Centro diurno per dare sostegno ai preadolescenti ed adolescenti con disturbi del comportamento senza sradicarli dalle famiglie e lo Spazio adolescenti con ambulatori e locali anche per la  medicina di transizione che permetterà un attento monitoraggio del passaggio all'età adulta con un'equipe integrata di neuropsichiatri infantili e psichiatri che insieme valuteranno i casi e definiranno il miglior percorso terapeutico sono i principali capitoli che nella nuova sede di via Nikolajewka potranno trovare moderni, accoglienti, sostenibili ed innovativi spazi di cura integrati nella natura e peculiarità del territorio.

Centro Bresciano per la Radioterapia Guidata da Risonanza magnetica

È stato inoltre presentato il Centro Bresciano per la Radioterapia Guidata da Risonanza magnetica, Be Smart (BrEScia Center for MAgnetic resonance guided RadioTherapy).  Il Centro, collocato presso l’Istituto del Radio “O. Alberti” e intitolato al Prof. Renzo Corvò, accoglie due apparecchiature: Ingenia, un simulatore a RM (risonanza magnetica), e Unity, un’apparecchiatura all’avanguardia, prima in Lombardia e seconda in Italia.

Il simulatore a RM Ingenia è molto simile ad una normale apparecchiatura per risonanza magnetica e serve per ottenere la ricostruzione tridimensionale del tumore e dei tessuti e organi sani circostanti. Sulla base di questa, viene approntato il piano di trattamento, trasferito poi in via elettronica a Unity per l’esecuzione del trattamento radioterapico. Unity è costituita da due parti completamente integrate fra loro: un acceleratore lineare (il tipo di macchina normalmente impiegata in radioterapia) e una apparecchiatura per risonanza magnetica ad alto campo, chiamata Marlin. Unity è quindi una macchina ibrida (RM-linac): pur essendo destinata al trattamento radioterapico, si avvantaggia di uno strumento estremamente sofisticato che permette di identificare in modo molto preciso la posizione del bersaglio tumorale e dei tessuti sani adiacenti e i loro movimenti durante tutta la seduta di radioterapia (cine-RM), verificando se il bersaglio si sposta - e di quanto - rispetto a quanto pianificato dall’oncologo radioterapista.  La presenza delle due apparecchiature nello stesso ambiente di lavoro, facilita il flusso di lavoro, con enormi benefici sia per gli operatori che soprattutto per i pazienti: risparmio dei tessuti sani, maggiore confidenza nel fatto che il tumore riceva effettivamente la dose prescritta ad ogni seduta, possibilità di adattare giornalmente il trattamento ai cambiamenti del bersaglio e dell’anatomia del paziente, possibilità di definire la risposta del tumore e dei tessuti sani all’irradiazione. In definitiva, trattamenti sempre più personalizzati, caratterizzati da livelli molto contenuti di tossicità acuta.

I tumori che possono essere trattati con Unity sono molti. Tuttavia, ogni seduta di trattamento richiede un tempo abbastanza lungo, che può arrivare a 40-50 minuti ed oltre nei casi più complessi. Per il momento si è scelto, sulla base delle conoscenze disponibili, delle esperienze internazionali e della casistica afferente al nostro Ospedale, di trattare i tumori cerebrali e del distretto testa collo.

“ASST Spedali Civili di Brescia ha raggiunto altri ambiziosi traguardi con questi innovativi progetti. Sono orgoglioso e onorato di poterli presentare oggi. Be Smart rappresenta l’avanguardia, l’eccellenza nella cura e la speranza per i pazienti oncologici. Il Nuovo Polo di Neuropsichiatria, invece, una vera opportunità per i cittadini di tutte le età e le famiglie. Si può tradurre così: Innovazione, Medicina di prossimità, Integrazione fra percorsi di cura e ambienti di vita, con una particolare attenzione alla natura del territorio, per promuovere il neurosviluppo e la salute mentale dei bambini e degli adolescenti, fino alla delicata fase di transizione all'età adulta”, è il commento del Direttore Generale della ASST Spedali Civili di Brescia Massimo Lombardo.

Le immagini della mattinata

IMG_0361120123
Foto 1 di 12
IMG_0368120123
Foto 2 di 12
IMG_0393120123
Foto 3 di 12
IMG_0399120123
Foto 4 di 12
IMG_0411120123
Foto 5 di 12
IMG_0414120123
Foto 6 di 12
IMG_0440120123
Foto 7 di 12
IMG_0456120123
Foto 8 di 12
IMG_0460120123
Foto 9 di 12
IMG_0462120123
Foto 10 di 12
IMG_0466120123
Foto 11 di 12
IMG_0472120123
Foto 12 di 12
Seguici sui nostri canali
Necrologie