brescia

La Provincia di Brescia non era a conoscenza dell'iniziativa "Operazione Foibe - Tra Storia e Mito" al San Carlino

"Il negazionismo rappresenta un tentativo distorto di riscrivere la storia, di cancellare il dolore delle vittime e di sminuire la sofferenza di coloro che hanno perso i propri cari in quei tragici eventi. Negare le foibe significa negare la verità"

La Provincia di Brescia non era a conoscenza dell'iniziativa "Operazione Foibe - Tra Storia e Mito" al San Carlino
Pubblicato:

La Provincia di Brescia non ne era a conoscenza.

In programma questa sera

Il Presidente della Provincia di Brescia, Emanuele Moraschini, unitamente alla Consigliera Roberta Sisti, delegata alla Cultura, rende noto che gli uffici di Presidenza non erano a conoscenza dell’iniziativa “Operazione Foibe – Tra Storia e Mito”, organizzata per questo giovedì 8 febbraio al Teatro S. Carlino.

Le dichiarazioni dalla Provincia di Brescia

“È nostro dovere ricordare e onorare le vittime di questo tragico evento – hanno dichiarato Moraschini e Sisti - affinché la memoria storica non venga distorta o negata. Durante quel periodo buio, molte persone furono vittime di violenze e persecuzioni, spesso basate su motivazioni etniche e politiche. Le foibe diventarono il teatro di orrori inimmaginabili, dove uomini, donne e bambini furono trucidati senza pietà. Questo non può essere ignorato né dimenticato. Apprendiamo che l’iniziativa organizzata al S. Carlino, una delle sale istituzionali della Provincia, ospiterà un relatore che risulterebbe fautore di dichiarazioni negazioniste, come più volte sostenuto dalle Associazioni delle Vittime e degli Esuli. Pare, peraltro, che l’iniziativa si svolgerà senza confronto o contraddittorio. Ci auguriamo vivamente che così non sia e che al contrario si traduca in un momento di riflessione profonda rispetto ai valori di libertà e democrazia sui quali si fonda la nostra Repubblica. Il negazionismo rappresenta un tentativo distorto di riscrivere la storia, di cancellare il dolore delle vittime e di sminuire la sofferenza di coloro che hanno perso i propri cari in quei tragici eventi. Negare le foibe significa negare la verità. La Provincia si dissocia da iniziative che hanno questo obiettivo e si unisce con orgoglio alle cerimonie commemorative organizzate dalla Casa della Memoria e da altre associazioni territoriali, attraverso la partecipazione dei propri consiglieri delegati”.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali