Attualità
Il progetto

Ippo - ciclovia del Chiese, arriva la firma da parte dei Comuni

L’idea è quella di valorizzare una zona che era finita nel dimenticatoio prima delle proteste per il progetto del depuratore del Garda e i casi di legionella e polmonite batterica che si sono susseguiti qualche anno fa.

Ippo - ciclovia del Chiese, arriva la firma da parte dei Comuni
Attualità Montichiari, 18 Febbraio 2022 ore 14:46

La battaglia per impedire che il Chiese diventi il corpo recettore degli scarichi del depuratore del Garda, ha contribuito a un cambio di prospettiva generale intorno al fiume.

I comuni coinvolti

Fino a qualche anno fa era impensabile che alcuni Comuni firmassero un accordo di programma per realizzare una ippo-ciclovia del Chiese. Invece, in questi giorni, i comuni di Carpenedolo (come ente capofila), Remedello, Calvisano, Visano e Acquafredda hanno sottoscritto un’intesa per «realizzare lungo l’asta del fiume Chiese – come è stato riportato nello schema di programma - un disegno unitario per creare un itinerario ippo-ciclabile in modo da favorire la fruibilità di questi luoghi e preservarne l’equilibrio ambientale».

Il progetto

Un progetto che si preannuncia sostenibile e a impatto zero sull’ambiente circostante, che già deve fare i conti con sversamenti, abbandoni di rifiuti e un preoccupante ridimensionamento in estate del livello minimo vitale del fiume. Al momento l’ostacolo principale è quello finanziario. Per questo motivo l’iniziativa di riqualificazione dell’area punta a intercettare i fondi di rigenerazione urbana e ambientale destinati ai comuni inferiori ai 15 mila abitanti. L’idea è quella di valorizzare una zona che era finita nel dimenticatoio prima delle proteste per il progetto del depuratore del Garda e i casi di legionella e polmonite batterica che si sono susseguiti qualche anno fa.

L'ARTICOLO COMPLETO NEL NUMERO DI MONTICHIARIWEEK/GARDAWEEK IN EDICOLA DA VENERDI 18 FEBBRAIO

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie