Attualità
opere pubbliche

Il lungolago di Iseo cambia volto: fine lavori entro il 2024

I 3,4 milioni per messa in sicurezza e pavimentazione sono stati finanziati da contributi e dalla vendita di Casa Panella

Il lungolago di Iseo cambia volto: fine lavori entro il 2024
Attualità Sebino e Franciacorta, 20 Dicembre 2022 ore 21:14

Il lungolago di Iseo cambierà volto. E’ stato presentato a Palazzo Vantini il progetto di riqualificazione della passeggiata che collega largo Dante al lido dei Platani. I lavori, che riguardano la messa in sicurezza e il consolidamento dello spondale e il rifacimento della pavimentazione con la posa di arredi nuovi, sono il proseguimento di quelli già eseguiti nei mesi scorsi in un tratto limitato di lungolago verso l’ospedale.

Il lungolago di Iseo cambia volto: fine lavori entro il 2024

"Si tratta di un progetto su cui lavoriamo da diversi mesi e che vuole cambiare l’aspetto e l’immagine di Iseo - ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Cristian Quetti - Il primo stralcio, che prevedeva il consolidamento di un tratto di lungolago, è terminato. Abbiamo riscontrato delle criticità (i lavori erano proseguiti a singhiozzo non senza disagi e polemiche fino allo stop definitivo per la presenza di “massi ciclopici” e poi la riapertura del cantiere da parte di un’altra ditta, ndr) che speriamo non si verifichino più".

Il progetto per la riqualificazione del lungolago parte da uno studio storico del centro di Iseo: l’obiettivo è valorizzare proprio il nucleo di antica formazione retrostante creando dei collegamenti tra vicolo Ferrari e vicolo Archetti e l’acqua attraverso la pavimentazione e degli sbocchi a lago. Ciò che balza all’occhio guardando i progetti è che la strada asfaltata verrà eliminata e tutta la pavimentazione avrà la stessa quota.

Clipboard (26)
Foto 1 di 6
Clipboard (27)
Foto 2 di 6
Clipboard (28)
Foto 3 di 6
Clipboard (29)
Foto 4 di 6
Clipboard (30)
Foto 5 di 6
WhatsApp Image 2022-12-10 at 08.13.20
Foto 6 di 6

"C’è stato un grande confronto con la Sovrintendenza per la scelta dei materiali - ha proseguito Quetti - Per la pavimentazione verranno utilizzati beola grigio chiara, porfido (recuperando l’esistente) e pavimentazioni drenanti di collegamento tra i due dove troveranno spazio le nuove aiuole. Il cordolo in sasso lavato verrà recuperato e riposizionato. Anche la ringhiera esistente sarà riutilizzata in alcuni tratti con una colorazione bianca e azzurra, così come lungo la passerella (che verrà rifatta) davanti al Leon d’Oro. Riteniamo infatti che la valorizzazione del lungolago debba partire dalla salvaguardia della memoria storica di Iseo".

Venendo al capitolo delle spese, il consolidamento già realizzato costituisce il primo stralcio dei lavori. La spesa inizialmente prevista era di 400mila euro, finanziati al 50% dal Comune e al 50% dalla Regione tramite Autorità di bacino. L’Amministrazione con due variazioni di bilancio ha dovuto aggiungervi (attingendo agli oneri di urbanizzazione) 160mila euro per risolvere i problemi emersi in corso d’opera e ulteriori 65mila euro per finanziare un intervento inizialmente non previsto per mancanza di copertura economica. Quest’ultimo era stato stimato in 120mila euro, ma complice l’acqua bassa e le palancole già in loco, l’impresa Ziliani si è proposta di realizzarlo con una spesa inferiore.

Il secondo e il terzo stralcio, che prenderanno il via con l’anno nuovo, prevedono la riqualificazione e la messa in sicurezza del lungolago e il rifacimento della pavimentazione e degli arredi. Rispettivamente i due interventi cubano 1.360.000 euro, di cui 1.017.000 coperti grazie a un contributo a fondo perduto del Pnrr e 343mila euro derivanti dall’alienazione di Casa Panella, e 1.430.000 euro, coperti grazie al milione arrivato dal Pirellone nell’ambito del bando per i Borghi storici, da 80mila euro di avanzo di amministrazione e da 350mila euro derivanti ancora dal Piano delle alienazioni. Tirando le somme tra lavori già fatti e da eseguire, il lungolago costerà circa 3.435mila euro (salvo ribassi d’asta), per i quali quindi non sono stati aperti mutui.

Parlando dei tempi, è già stata aperta una manifestazione di interesse per il secondo stralcio e ai primi di gennaio uscirà il bando per il terzo stralcio. L’obiettivo è iniziare i lavori a fine gennaio e le due ditte dovranno lavorare in sinergia. Per evitare i problemi già verificatisi tra la primavera e l’estate, per consolidare lo spondale si interverrà realizzando un muro nuovo aderente all’esistente.

Da cronoprogramma sono previsti (condizioni meteo e del lago permettendo) 8 mesi di lavorazioni, con un’interruzione tra luglio e agosto, quando ci sarà un ripristino provvisorio del lungolago per limitare i disagi sul turismo. L’obiettivo dell’Amministrazione è riuscire a inaugurare il lungolago nuovo a cavallo tra fine 2023 e inizio 2024.

"Come Amministrazione comunale abbiamo sempre dichiarato di avere due obiettivi: la messa in sicurezza della scuola primaria e del lungolago di Iseo - ha concluso - Per quanto riguarda la scuola siamo in corso di validazione dei progetti e contiamo nei primi mesi del 2023 non solo di dar corso alla validazione del progetto esecutivo, ma anche dei bandi di gara per l’affido dei lavori. L’obiettivo è iniziare tra la primavera e giugno 2023, coordinandoci con gli impegni scolastici. Con il lungolago vogliamo dare una nuova immagine a Iseo sostenendo le attività economiche e quindi consentendo ai turisti di poter godere di un’immagine consona a un paese turistico quale è Iseo".

Seguici sui nostri canali
Necrologie