Attualità
Garda

Ex Ipssar Caterina De' Medici, presentato il progetto di riqualificazione

Previsti interventi antisismici e di manutenzione straordinaria, consistenti principalmente nella parziale demolizione e ricostruzione del fabbricato attualmente dismesso

Ex Ipssar Caterina De' Medici, presentato il progetto di riqualificazione
Attualità Garda, 17 Gennaio 2023 ore 15:18

É stato presentato questa mattina (martedì 17 gennaio 2023) il progetto di riqualificazione dell'ex Ipssar Caterina De' Medici nella sede dell'Ipseoa di via Raoul Follereau 1 a Gadone Riviera.

Ex Ipssar Caterina De' Medici, il progetto di riqualificazione

La Provincia di Brescia e il Comune di Gardone Riviera, volendo dare piena attuazione al processo di razionalizzazione della gestione del patrimonio scolastico, hanno siglato un protocollo d’intesa per la realizzazione di un nuovo polo didattico. Con un investimento complessivo di 3 milioni di euro, suddiviso al 50% tra le due Amministrazioni, verranno realizzati nuovi spazi didattici da destinare al trasferimento della scuola secondaria di primo grado "Giovanni XXIII", attualmente avente sede in via Ronciglio n.2, e nuovi spazi didattici in ampliamento da destinare alla scuola secondaria di secondo grado "Ipseoa C. De Medici" ad uso laboratorio cucina, sala ricevimenti, depositi e locali accessori. In particolare, verrà recuperato l'edificio dell'ex sede dell'Ipssar "C. De Medici" con interventi antisismici e di manutenzione straordinaria, consistenti principalmente nella parziale demolizione e ricostruzione del fabbricato attualmente dismesso.

Gli intervenuti

Ad intervenire Samuele Alghisi (presidente Provincia di Brescia), Filippo Ferrari (consigliere provinciale delegato all'Edilizia Scolastica e all'Istruzione), Marialuisa Orlandi (dirigente scolastico Ipseoa Caterina de' Medici) e Angela Vicentini (consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione del comune di Gardone Riviera).

L'articolo completo nel numero di GardaWeek/MontichiariWeek in edicola da venerdì 20 gennaio 2023.

Seguici sui nostri canali
Necrologie