Altro
Roccafranca

Alle medie arrivano nuova mensa e cappotto

Un cantiere da 560mila euro, a cui si aggiungono i 700mila per l’efficientamento di plesso e palestra. Ma anche per la primaria ci sono novità

Alle medie arrivano nuova mensa e cappotto
Altro Bassa, 14 Gennaio 2023 ore 09:21

A Roccafranca, in estate, cominceranno i lavori per l’ampliamento del refettorio scolastico, vocato non solo al consumo dei pasti ma anche ad attività laboratoriali e didattiche.

Alle medie arrivano nuova mensa e cappotto

Una mensa più ampia e funzionale, ma anche nuovi impianti e un cappotto per tenere al caldo gli studenti risparmiando sulla bolletta. Se il 2022 è stato l’anno della scuola primaria (con i lavori di ampliamento, la creazione di tre aule per la didattica e i laboratori, il blocco bagno e le stanze accessorie, con tanto di impianti tecnologici e all’avanguardia), il nuovo anno vedrà l’Amministrazione del sindaco Marco Franzelli concentrarsi sul miglioramento dei servizi e sull’efficientamento della secondaria di primo grado, i cui cantieri sono in programma per l’inizio dell’estate.

La mensa si allarga

Andare a scuola avrà tutto «un altro sapore», almeno dopo il restyling che restituirà a ragazzi e ragazze un nuovo refettorio dotato non solo di maggiori spazi ma anche di una vocazione che non si ferma alla mera consumazione di un pasto. Finanziato con 560 euro del Pnrr (l’ufficialità è arrivata recentemente, dopo che nei mesi scorsi il progetto del Comune era stato ammesso con riserva nella graduatoria) l’intervento prevede la realizzazione di un sopralzo fuori dagli orari della mensa. I nuovi spazi verranno utilizzati come un ambiente polivalente, con ulteriori opportunità di destinazione, come aule d’appoggio per la didattica individuale o per gli studenti con disabilità, piuttosto che come laboratorio.

Saranno poi dotati di un impiantistica adatta, in futuro e "qualora si decida di riorganizzare il servizio", per ospitare anche una cucina interna alla scuola per la preparazione dei pasti in loco.

Medie e palestra più efficienti

I lavori cominceranno a fine estate, quando la campanella annuncerà la fine delle lezioni, così come i cantieri da circa 700mila euro per l’efficientamento energetico del plesso (sostituzione finestre) e della palestra (sostituzione degli infissi) e la realizzazione di un cappotto su buona parte delle strutture.

Inoltre verrà anche realizzato un tunnel coperto che collegherà la scuola ai locali della palestra - ha spiegato il primo cittadino - Gli studenti ora per fare attività fisica sono costretti a passare all’esterno, in questo modo andremo a risolvere una problematica che dura da venti anni.

Una primaria "intelligente"

Al pacchetto di interventi si aggiunge poi l’efficientamento della primaria, finanziato con 1.700.000 euro di risorse ministeriali, di cui ora è stato sbloccato "solo" un milione.

Con questi fondi procederemo a realizzare una centrale termica all’avanguardia, nuovi infissi e un cappotto sul plesso. Per ora ci è stata assegnata una prima tranches di risorse 400mila euro e a breve dovrebbe arrivare l’ufficialità della seconda da 600mila: per il resto siamo in attesa.

Ha concluso il primo cittadino Marco Franzelli.

Seguici sui nostri canali
Necrologie