Tempo libero
Tener-a-mente

Max Gazzè, tra grandi successi e il ricordo di Franco Battiato al Vittoriale

Il cantautore romano: "Suonare in questo luogo meraviglioso è bellissimo".

Max Gazzè, tra grandi successi e il ricordo di Franco Battiato al Vittoriale
Tempo libero Garda, 24 Luglio 2021 ore 12:22

Grandi canzoni e musica straordinaria hanno animato la serata di ieri (venerdì 23 luglio) all'Anfiteatro del Vittoriale degli Italiani, nell'ambito del Festival tener-a-mente. Protagonista Max Gazzè e la Magical Mystery Band.

Una gradita sorpresa per il pubblico

Ad aprire il concerto alle 21.16 è stata Greta Zuccoli (23 anni):

Grazie a Max il quale mi ha dato l'opportunità di aprire il suo concerto- ha detto presentandosi al pubblico - La prima canzone che canterò questa sera è Golden Cracks in versione acustica, a seguire Sul filo dell’equilibrio e Ogni cosa sa di te con la quale ho partecipato a Sanremo 2021, un brano nato di notte al pianoforte.

Quest'ultimo brano è stato scritto (testo e musica) da Greta con la produzione artistica di Diodato e Tommaso Colliva.

Max Gazzè

L'emozione e il privilegio di esibirsi in un luogo di fascino

Le luci calano sulla scena quando fa il suo ingresso on stage Max Gazzè che apre la serata con Etereo:

 Buonasera, benvenuti in questo posto unico, suonare in questo meraviglioso anfiteatro è bellissimo, vi auguro un buon concerto.

Tra gli applausi entusiasti del pubblico inizia a snocciolare i suoi più grandi successi: Considerando, Le Casalinghe di Shangai, La nostra vita nuova:

Avete visto che bella luna, ho provato a farle una foto, ma non rende quanto l'originale, che sia l'auspicio di una buona estate.

E sull'onda di queste parole prosegue con Vento d’estate, Il solito sesso, L’uomo più furbo e poi un brano risalente al 2005 ma che, ha detto Gazzè, hanno deciso di reinserire in questo tour, Di nascosto. A seguire il brano presentato al Festival di Sanremo 2021, Il farmacista, L’animale guida e Un’altra adolescenza (entrambi tratti da La matematica dei rami), Mentre dormi L’ultimo cielo.

Max Gazzè

Il ritorno sul palco di Greta Zuccoli

Un talento eccezionale così la definisce Gazzè chiamandola nuovamente sul palco per cantare in duetto  Il vero amore, a seguire Il timido ubriaco Ti sembra normale.

Il pensiero va poi a Franco Battiato scomparso il 18 maggio scorso.

Devo molto a Battiato - ha dichiarato-  a lui sono legati i miei esordi, nel 1996 ho avuto l'onore di aprire i suoi concerti, l'ho conosciuto per la prima volta in quel tour e, da allora, ho continuato a frequentarlo. É stato un maestro anche di vita per me, sono tanti i brani che avrei voluto inserire per celebrarlo, tra tutti ho scelto Un’altra vita.

La corsa tra la musica prosegue con La favola di Adamo ed Eva nel quale trova spazio uno straordinario momento di pura grande musica che vede al centro il talento dell'intera band e dello stesso Gazzè: con lui sul palco Max Dedo (ai fiati), Cristiano Micalizzi (alla batteria), Clemente Ferrari (alle tastiere) e Daniele Fiaschi (alle chitarre). E poi Sotto casa con cui trascina il pubblico che batte le mani a tempo intonando poi un coro sempre a ritmo, il sipario metaforicamente cala, artista e band escono di scena.

Max Gazzè

Il rientro sul palco

Acclamati a gran voce ritornano con Il bagliore dato a questo sole, Sirio è sparita entrambi estratti dal primo album Contro un’onda del mare (1996), con un salto temporale in avanti, nel cinema si parlerebbe di flashforward si giunge a La vita com’é (2018) per poi ritornare qualche passo indietro, una decina di anni prima, con Una musica può fare ( 1998) tratto dall' album La favola di Adamo ed Eva.  In conclusione il pubblico pienamente soddisfatto seppur con la nostalgia tipica quando finisce qualcosa di bello, regala applausi a non finire.

Grazie per questa splendida atmosfera che ci avete regalato, ha detto rivolgendosi a platea e gradinata e invitando Greta sul palco per un ultimo saluto.

Chi è Greta Zuccoli?

Nasce con i Greta & The Wheels, band partenopea di cui è la fondatrice. Nella sua musica risuonano echi brit - folk che si fondono con la melodia italiana. Scoperta da Damien Rice, quasi per caso, durante un concerto del cantautore irlandese, Greta ha duettato con lui all’ Olympia di Parigi e per tutta la durata del tour estivo in barca a vela, Wood Water Wind Tour. Greta ha partecipato al film Il ladro Di Giorni di Guido Lombardi con Riccardo Scamarcio, cantando dal vivo la canzone Un’altra vita o ieri in una scena in cui figura assieme ai protagonisti. La sua voce ritorna nel brano Stolen Days che accompagna i titoli di coda del film. Collabora, inoltre, in qualità di cantante al progetto di Amnesty International Eleanor's Dream, che la vede ospite di vari eventi in tutta Europa. Nell’estate del 2020 partecipa al tour estivo del cantautore Diodato Concerti di un’altra estate, come membro della sua band.

Veronica Crescente

Necrologie