Tempo libero
successo

Ingressi gratis ai musei cittadini nella settimana natalizia: oltre 20mila i visitatori

Nel 2022 gli ingressi ai musei sono stati 177.045, pari a circa al +83% rispetto al 2021 (96.705), e vicini ai 215.414 del 2019, anno pre-pandemico

Ingressi gratis ai musei cittadini nella settimana natalizia: oltre 20mila i visitatori
Tempo libero Brescia, 04 Gennaio 2023 ore 15:38

Oltre 20mila visitatori, questo il risultato degli ingressi gratis ai musei cittadini nella settimana natalizia.

Ingressi gratis ai musei cittadini

Si è conclusa ieri (martedì 3 gennaio 2023) la tradizionale gratuità museale di fine anno per i cittadini nati e residenti a Brescia, dal 25 dicembre al 2 gennaio, promossa da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei in occasione delle festività natalizie. Un’edizione particolarmente significativa non solo per i risultati ottenuti, ma anche e soprattutto perché ha raggiunto l’obiettivo fissato al momento della sua ideazione nel 2019: far tornare i bresciani nei luoghi della cultura della propria città, riferimento imprescindibile per coloro che ne sono proprio i principali stakeholder.

Aperture straordinarie

Nel giorno di Natale Fondazione Brescia Musei ha proposto l’apertura straordinaria gratuita, a tutti i visitatori, della Pinacoteca Tosio Martinengo e delle mostre temporanee al Museo di Santa Giulia (Isgrò Cancella Brixia, La Città del Leone. Brescia nell’età dei comuni e delle signorie, Victoria Lomasko. The Last Soviet Artist) dalle ore 16 alle 20. Notevole il dato registrato dalle biglietterie: 330 sono stati gli ingressi di coloro che hanno approfittato dell’iniziativa per visitare la preziosa collezione della Pinacoteca Tosio Martinengo, oltre 1.303 quelli alle mostre allestite al Museo di Santa Giulia, per un totale di 1633 ingressi.

Un grande successo

Durante la tradizionale gratuità di fine anno riservata ai residenti e nati a Brescia, da lunedì 26 dicembre 2022 a lunedì 2 gennaio 2023, la frequentazione ai siti culturali è stata di grande successo. Tutti e quattro i Musei Civici cittadini (Museo di Santa Giulia, Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, Pinacoteca Tosio Martinengo, Museo delle Armi “Luigi Marzoli”), e la mostra La Città del Leone. Brescia nell’età dei comuni e delle signorie, sono stati aperti gratuitamente e in via eccezionale: 19.214 gli ingressi, un numero significativo che registra un +67% di presenze nei siti museali della città rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (circa 11.500 ingressi). Di questi, 12.556 sono stati i biglietti staccati ai bresciani, mentre 6.658 sono stati i visitatori paganti: una prova concreta della presenza dei numerosi turisti presenti in città e di come l’immagine del patrimonio di Brescia, prossima a Capitale della Cultura, sia sempre più radicata nelle scelte culturali dei visitatori. La settimana di gratuità è stata un’occasione anche per avvicinare il pubblico alle mostre di Victoria Lomasko, The Last Soviet Artist e del Maestro Isgrò, Isgrò Cancella Brixia: 1847 visitatori hanno avuto l’opportunità di apprezzare le opere dell’artista dissidente, mentre 659 quelli che hanno approfondito le opere del padre indiscusso della cancellatura, le cui installazioni sono state recentemente prorogate fino al prossimo 16 aprile. Ottima anche l’adesione alle proposte del Winter Camp, a cura dei Servizi Educativi di Fondazione Brescia Musei, attivi dal 27 al 30 dicembre e dal 2 al 5 gennaio: in totale circa 40 bambini hanno partecipato ai camp presso il Museo di Santa Giulia.

Un anno importante

L’inizio del 2023 è un momento importante per Fondazione Brescia Musei, non solo per l’anno di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura e per il quale è stato organizzato un ricco palinsesto di eventi e progetti espositivi, ma anche per confrontare i dati dell’ultimo anno: nel 2022 gli accessi ai Musei Civici - mostre escluse - sono stati 177.045, pari a circa al +83% rispetto al 2021 (96.705), e vicini ai 215.414 del 2019, anno pre-pandemico. Vedendo l’analisi puntuale dei dati il Museo di Santa Giulia nel 2022 è stato scelto da 85.199 visitatori, la Pinacoteca Tosio Martinengo da 27.604, l’area archeologica del Capitolium da 37.659 e il Museo delle Armi “Luigi Marzoli” da 26.583. Risultati importanti che sottolineano il valore della strategia voluta da Fondazione Brescia Musei e Comune di Brescia, che richiede costanti investimenti e che delinea chiare politiche di promozione culturale che possano traghettare la città verso il futuro.

Fondazione Brescia Musei

Fondazione Brescia Musei è una fondazione di partecipazione pubblico–privata presieduta da Francesca Bazoli e diretta da Stefano Karadjov. Fanno parte di Fondazione Brescia Musei il Museo di Santa Giulia, Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, la Pinacoteca Tosio Martinengo, il Museo delle Armi Luigi Marzoli, il Museo del Risorgimento Leonessa d’Italia, il Castello di Brescia Falcone d’Italia e il Cinema Nuovo Eden. Fondazione Brescia Musei è, con la Pinacoteca Tosio Martinengo, ente capofila della Rete dell’800 Lombardo.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie