Tra musica e lago

Il Trio di Milano protagonista per il Festival Suoni e Sapori del Garda

"Trio d'archi nel classicismo" dopo lo strepitoso successo del Quartetto Honneger a Desenzano e quella sorpresa del Maestro liutaio Giancarlo Guicciardi.

Il Trio di Milano protagonista per il Festival Suoni e Sapori del Garda
Tempo libero Garda, 10 Settembre 2021 ore 17:37

Dopo il successo del Quartetto Honneger esibitosi domenica 5 settembre nell'anfiteatro del Castello di Desenzano del Garda, tutto è pronto per il concerto numero undici in programma sabato 11 settembre alle 21.15.

Una speciale reunion per il Quartetto Honneger

L'appuntamento di domenica 5 agosto ha infatti registrato il tutto esaurito:

Abbiamo dovuto dire di no a molte persone, tante sono state infatti le richieste di prenotazione ricevute - ha dichiarato il direttore artistico del Festival Suoni e Sapori del Garda Serafino Tedesi - se fossero stati disponibili duecento posti di sicuro li avremmo riempiti. Il pubblico è rimasto davvero entusiasta, ed anche per noi è stata una grande emozione. Il quartetto Honneger è infatti formato da me, Piercarlo Sacco, Maurizio Redegoso Kharitian e da Marcello Rosa. Fondato nel 1991, ci siamo sciolti nel 1996 e questa, a distanza di 25 anni, è stata la prima reunion, ma di certo non l'ultima, in programma vi sono infatti una serie di appuntamenti che ci rivedranno di nuovo uniti. A chiudere il cerchio in bellezza è stato il gesto davvero unico del maestro liutaio Giancarlo Guicciardi, uno dei più importanti maestri liutai italiani, quattro dei suoi strumenti furono da noi suonati durante gli anni parigini. Ebbene, a distanza di 25 anni, domenica 5 settembre , compleanno di Guicciardi, il Maestro non solo ha assistito con la famiglia al nostro concerto ma ci ha anche prestato i suoi strumenti completando un cerchio affettivo e strumentale.

 

Violino, viola e violoncello in programma sabato 11

Ad ospitare l'evento sarà il MarteS – Museo d’Arte Sorlini a Calvagese della Riviera (P.zza Roma, 1). A calcare la scena sarà il Trio di Milano con Paolo Costanzo al violino, Matteo Del Soldà alla Viola e Andrea Anzalone al violoncello. Questa formazione nasce ed ha un grande sviluppo nel periodo barocco, ma la formazione è costituita da due violini e un violoncello, si deve probabilmente a Haydn, nel periodo classico, la nascita del trio violino-viola-violoncello. Scrivere per trio d’archi offre una gamma più ampia di materiali e colori per un compositore esperto ed è con Mozart e soprattutto Beethoven che la formazione acquisisce una personalità propria.

 

Programma

W. A. Mozart (Adagio e Fuga II KV 404a), Adagio e Fuga V KV 404a;  L. V. Beethoven (Trio op. 3 Mib maggiore)

Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. La direzione artistica è affidata al maestro Serafino Tedesi coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote; l’intento è quello di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. I comuni che fanno parte dell’edizione 2021 sono: Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Lonato del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

Info utili

L'ingresso è libero con Green Pass, prenotazione obbligatoria telefonando al numero 0365/290411 o scrivendo a info@lagodigarda.it. I posti non sono assegnati preventivamente.

Necrologie