Castrezzato

Luigi Cuneo è il primo candidato sindaco ufficiale

Resi noti anche i punti salienti del programma e alcuni membri della lista, tutti concittadini ben noti nella comunità

Luigi Cuneo è il primo candidato sindaco ufficiale
Pubblicato:

Il 48enne, dipendente di banca, si è fatto avanti per le elezioni amministrative con la sua civica per Castrezzato.

Luigi Cuneo è il primo candidato sindaco ufficiale

C’è il primo candidato sindaco per le elezioni amministrative di giugno 2024. Un volto nuovo e fresco che, negli scorsi giorni, ha ufficializzato la sua corsa. Lui è Luigi Cuneo e si presenta con le idee piuttosto chiare. Doverosa una piccola presentazione per coloro che non lo conoscono:

Ho 48 anni, sono sposato e ho tre figli che frequentano la scuola primaria di Castrezzato. Sono laureato in Economia e commercio e ho un Master in Finanza. Lavoro nella primaria Banca italiana, presso cui ho ricoperto per diversi anni ruoli direttivi. Ora mi occupo di finanza d’impresa. Nella mia carriera sono entrato in contatto con diverse realtà della nostra provincia e con tante persone, da ciascuna delle quali ho tratto insegnamenti preziosi.

Poi, subito le motivazioni alla base della decisione di scendere in campo:

Qualche mese fa, insieme ad un gruppo di castrezzatesi, ho maturato la decisione di costruire una proposta seria e coraggiosa in vista delle prossime elezioni comunali. Quello che ci ha spinti è l’amore per il nostro paese, la voglia di metterci in gioco e la determinazione a realizzare le tante cose che abbiamo in testa e che servono ai cittadini nella vita di tutti i giorni. Castrezzato da qualche anno versa in stato di evidente abbandono, sia sotto il profilo del decoro urbano sia dal punto di vista dei servizi ai cittadini, dai più piccoli fino ai nostri anziani. Vogliamo valorizzare al massimo le potenzialità che il territorio offre, rendendo il nostro paese un esempio per tanti altri, realizzando opere ma soprattutto rivitalizzando il tessuto sociale con tante iniziative e servizi dedicati alle persone. Sono obiettivi che, con determinazione, serietà e coraggio, vogliamo portare a termine nella massima condivisione con i cittadini, approfittando anche dei fondi che l’Europa ci mette a disposizione.

La squadra

Non è mancato una piccolo anteprima su coloro che scenderanno in campo con lui:

Le persone che mi accompagnano in questa sfida sono la professoressa Marzia Zammarchi, Ezio e Silvano Casaletti, rispettivamente libero professionista e imprenditore, l’ingegner Laura Andrini, Marco Piscioli, Simone Fogliata e tanti altri che in queste settimane si stanno unendo a noi desiderose di portare il loro contributo per il bene comune di Castrezzato».

Infatti, nella visione generale c’è l’idea di "mettere le competenze della squadra (gente accuratamente selezionata) al servizio della governance del paese al fine di imprimere un'accelerazione nella realizzazione di opere e nella risoluzione dei problemi, valorizzare le potenzialità presenti e disegnare il futuro del nostro Comune. Tra le novità più significative ci sono sicuramente la sperimentazione di un progetto di Democrazia partecipativa, l'istituzione di una delega al Turismo, la realizzazione di un servizio di Doposcuola per i bambini della scuola primaria, finalizzato a conciliare i tempi di vita e lavoro per le famiglie, e lo sviluppo del comparto culturale, per giovani e adulti. Un'attenzione particolare avrà il tema del decoro urbano e l'assistenza ai nostri anziani".

Un partito d’appartenenza? No, il tutto parte da un’idea di civismo.

Non siamo schierati politicamente.  Riteniamo che a livello locale siano più importanti le persone che i simboli. Questa per noi è una forza, non un limite, in quanto non ci sentiamo vincolati ad altro se non al nostro programma e alla soddisfazione dei nostri cittadini.

L'articolo completo sul ChiariWeek in edicola

Seguici sui nostri canali