Politica
Autostrade

A21, Balotta di Europa Verde: "Aumenti record"

Balotta: "Il gruppo Gavio parte dall'Autovia Padana per finanziare l'infinanziabile ed inutile autostrada Cremona Mantova. Mentre la Milano -Torino e la TEEM aumenteranno del 4,3%"

A21, Balotta di Europa Verde: "Aumenti record"
Politica Brescia, 02 Gennaio 2023 ore 17:55

A21, Balotta di Europa Verde: aumenti record.

A21, Balotta di Europa Verde

 

"Una valanga di soldi entreranno nelle casse del gruppo Gavio e di Aspi, 51% pubblica per mezzo di CdP ma per il 49% in mano ai fondi fondi Blakstone e Macquarie che intendono passare subito a maggiori e ricchi incassi. Il Ministro dei Trasporti e delle infrastrutture tende a minimizzare gli aumenti dei pedaggi. Resta il fatto che su oltre il 50% (3mila km) della rete italiana gestita da ASPI i pedaggi sono aumentati del 2%, e di un altro 1,34% aumenteranno dal primo luglio. Praticamente l'incremento sarà del 3,34%. Altre tre concessionarie del gruppo Gavio hanno ottenuto aumenti su 233 km di rete".

Aumenti da record del 9,1%

"Sugli 88 km della Brescia Cremona Piacenza l'aumento è da record del 9,1% , dopo che erano stati aumentati i pedaggi del 5,45% nel 2022 e del 3,2% nel 2021(+ 17,6% in tre anni). Il gruppo Gavio parte dall'Autovia Padana per finanziare l'infinanziabile ed inutile autostrada Cremona Mantova. Mentre la Milano -Torino e la TEEM aumenteranno del 4,3%. Gli assi più battuti del nord ovest da tir e automobili sono interessati da un pesante aumento ancor più inspiegabile visto che è stato autorizzato dal Ministro Matteo Salvini. Sommato al rincaro della RCAuto del 6% e di 20 cent della benzina  scattati all'inizio di quest'anno gli aumenti avranno una pesante conseguenza inflattiva e sminuiranno la sbandierata manovra sulle bollette energetiche per imprese e famiglie del Governo. Dalla tragedia del Ponte Morandi i pedaggi erano fermi da 4 anni perché si è scoperto che nonostante  gli extaprofitti delle concessionarie si erano azzerati gli investimenti di potenziamento della rete e la manutenzione per la sicurezza si era fermata".

Seguici sui nostri canali
Necrologie