opere

Via Metastasio: terminati i lavori di riqualificazione

L’intervento è iniziato a fine agosto 2023 e si è concluso ad aprile 2024 con una durata complessiva di 227 giorni, in anticipo rispetto alle tempistiche previste di 240 giorni

Via Metastasio: terminati i lavori di riqualificazione
Pubblicato:

Via Metastasio a Brescia: terminati i lavori di riqualificazione.

Terminati i lavori di riqualificazione di Via Metastasio

Sono terminati i lavori di riqualificazione in via Metastasio a Brescia, nella strada compresa tra via Manara e la  biforcazione ovest di via Panigada, situata nella periferia ovest di Brescia, parallela all’asse stradale di via Milano. L’intervento pilota fa parte delle azioni di adattamento del progetto “Un Filo Naturale” del Comune di Brescia, sviluppato in partenariato con Ambiente Parco, Centro euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e Parco delle Colline di Brescia, e avviato grazie al prezioso contributo di Fondazione Cariplo e di Regione Lombardia.

Gli obiettivi del progetto “Un Filo Naturale” sono di rendere la città di Brescia una Città Spugna, per restituire spazio all’acqua e permeabilità alla terra per accogliere la vita, una Città Oasi, creando zone d’ombra e fresco, facendo entrare la natura in città per il benessere delle persone e per migliorare il microclima urbano, e una Città per le persone, creando spazi ancora più vivibili dove è garantito il diritto alla salute, all’incontro e all’inclusione.

Un progetto pilota

Il progetto esecutivo è stato realizzato da Brescia Infrastrutture Srl, per conto del Comune di Brescia, in stretta collaborazione con gli uffici comunali del settore Pianificazione urbanistica e Trasformazione urbana, del settore Verde urbano e territoriale e del Settore Mobilità, eliminazione barriere architettoniche e trasporto pubblico e del Museo di scienze naturali.

L’obiettivo è ottenere un miglior comfort climatico su scala micro-urbana, una maggior qualità paesaggistica ed ecologica, un aumento del drenaggio urbano, il perfezionamento della mobilità ciclabile e pedonale e promuovere la diffusione nella cittadinanza, a partire dai bambini e dai ragazzi, della conoscenza e della cultura dell’adattamento al cambiamento climatico.

Tempistiche

L’intervento è iniziato a fine agosto 2023 e si è concluso ad aprile 2024 con una durata complessiva di 227 giorni, in anticipo rispetto alle tempistiche previste di 240 giorni. La superficie interessata è stata di 8.180 metri quadrati e l’investimento totale di 1,27 milioni di euro, di cui 923mila cofinanziati da Regione Lombardia e 350mila cofinanziati dal Comune di Brescia. Uno degli obiettivi principali perseguiti nell’azione 2.1 del progetto “Un filo naturale” è la de-pavimentazione, cioè la sostituzione di parte delle superfici impermeabili con aree verdi permeabili.

Nel dettaglio

Nello specifico, è stata ridisegnata la sezione stradale con una riduzione della carreggiata esistente in favore dell’inserimento sul lato sud di un’aiuola “rain garden” (o giardino della pioggia). Si tratta di una trincea drenante nella quale sono state messe a dimora numerose specie vegetali che contribuiranno alla funzionalità del sistema di drenaggio. Il drenaggio naturale dell’acqua piovana nel sottosuolo è garantito attraverso l’utilizzo di nuove fosse sperdenti posizionate in carreggiata per scaricare l’acqua piovana proveniente dalla metà carreggiata nord di via Metastasio raccolta dalle nuove cunette stradali e caditoie. Le acque provenienti dalla carreggiata sud sono drenate dall’aiuola rain garden attraverso dei punti di raccolta d’acqua ricavati da interruzioni puntuali del cordolo stradale del lato sud. Uno dei temi progettuali principali ha affrontato lo slaccio delle caditoie dalla rete fognaria esistente: eliminare lo scarico dell’acqua piovana dalla fognatura mista garantisce una sicurezza aggiuntiva in caso di alluvione, e si sfrutta la nuova tecnologia offerta dai pozzi perdenti e dal rain garden per consentire la dispersione delle acque piovane nel sottosuolo. Queste soluzioni permettono di intercettare ed eliminare dalla fognatura 2100 mc di pioggia medi annui, evitando allagamenti in caso di piena.

Un filare di 25 alberi

Il progetto, inoltre, ha previsto la realizzazione di un nuovo filare di 25 alberi nell’aiuola rain garden: questa scelta migliora la qualità paesaggistica ed ecologica del sito, favorendo la biodiversità e creando zone “oasi” grazie all’ombreggiamento naturale. Le specie scelte per il progetto sono state attentamente studiate per resistere all’alternarsi di periodi di scarsa presenza di acqua a periodi di piogge forte e per contribuire alla creazione di nuovi habitat secondari per aumentare la biodiversità urbana. Questa soluzione ha il compito di contrastare l’effetto climatico di isola di calore. Allo stesso scopo, i marciapiedi sono in asfalto con finitura in resina di color avorio per ridurre le alte temperature generate dal soleggiamento estivo.

Nel nome della sicurezza

Per mettere in sicurezza pedoni e ciclisti è stata inserita anche una zona 30Km/h (traffic calming), sono stati realizzati attraversamenti pedonali rialzati protetti da isole salvagente e intersezioni stradali rialzate per ridurre la velocità dei veicoli.

Infine, per migliorare il livello di sicurezza e vivibilità, è stata riposizionata la rete di illuminazione pubblica stradale e pedonale sul lato sud (fornita e posata da A2A Illuminazione Pubblica).

In evidenza uno scatto di Christian Penocchio.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali