gli interventi

Uomo trovato morto in casa, scatta l'allarme

Segnalati, inoltre, due episodi di emergenza all'ospedale di Gavardo

Uomo trovato morto in casa, scatta l'allarme
Pubblicato:

Nel corso del fine settimana appena trascorso sono stati numerosi gli interventi eseguiti da parte degli agenti dell'aggregazione della Polizia Locale della Valle Sabbia.

Due episodi in ospedale a Gavardo

In particolare, venerdì 22 marzo 2024, oltre ad aver svolto le normali attività gli agenti sono intervenuti a Gavardo dove un uomo ricoverato in psichiatria ha iniziato a dare problemi. Sul posto presenti  i Carabinieri, ma è stato necessario un rinforzo. In quattro agenti della locale sono riusciti a gestire situazione. L' uomo è stato poi accompagnato sul confine col Trentino da una  pattuglia che , per sicurezza, ha scortato l'autoambulanza. Sempre a Gavardo sono intervenuti per un uomo  intenzionato a denunciare un presunto episodio di malasanità. Sul posto è intervenuta una pattuglia per raccogliere la segnalazione.

Uomo trovato morto in casa: paura a Roé Volciano

Gli agenti dell'aggregazione della Polizia Locale della Valle Sabbia sono stati allertati per un uomo trovato morto in casa. Gli accertamenti hanno fatto emergere che si tratta di morte naturale. Il Magistrato di turno, preso atto dell'intervento, ha disposto che la salma venga affidata ai familiari. Una persona che gli agenti hanno detto di aver visto qualche giorno prima:

"Era a piedi in una zona di periferia e, quella mattina, aveva fermato una nostra pattuglia che stava transitando in strada. Era stanco e aveva chiesto ai nostri agenti di essere accompagnato presso la fermata dell'autobus, che si trovava a circa 1 km, per poi raggiungere l'ospedale. I colleghi in quell'occasione non avevano badato tanto al protocollo e lo avevano fatto salire sull'auto di servizio e lo avevano accompagnato, come richiesto, lasciandolo sorridente alla fermata. É stato proprio uno di questi agenti che poi lo ha trovato morto in casa".

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali