contrasto alla droga

Spaccio a Brescia, preso dalla Locale il pusher noto come "il calciatore"

L'uomo risulta essere irregolare sul territorio nazionale oltre ad avere precedenti per reati di droga

Spaccio a Brescia, preso dalla Locale il pusher noto come "il calciatore"
Pubblicato:

Spaccio a Brescia, preso dalla Locale il pusher noto come "il calciatore".

Preso "il calciatore"

La Polizia Locale della città capoluogo di provincia ha beccato il pusher soprannominato "il calciatore": si tratta di un 35enne di origine tunisina noto nell'ambiente degli spacciatori del quartiere del centro storico cittadino, il Carmine.

L'uomo risulta essere irregolare sul territorio nazionale oltre ad avere precedenti per reati di droga. Pare che gli agenti della Polizia Locale lo abbiano colto nel mentre vendeva sostanza stupefacente in zona.

Spaccio a Brescia: dopo vari arresti e attente osservazioni

Una scoperta non del tutto causale, c'è da dire. Gli agenti, a seguito di vari arresti, avevano individuato un'area di spaccio circoscritta tra le vie Capriolo e battaglie e corso Garibaldi. Un'area particolarmente "calda" da questo punto di vista, quella nei pressi di un palazzo attorno al quale erano stati intercettati movimenti sospetti. Ed è proprio qui che è stato scovato il "calciatore".

Sembra infatti che il 35enne utilizzasse un monopattino per i suoi spostamenti "di lavoro". Movimenti che gli agenti hanno tenuto sotto osservazione. L'uomo p stato così individuato in via Capriolo nella serata di martedì 21 maggio 2024. Per lui sono scattate le manette: dalle perquisizioni è emerso che con se aveva una ventina di grammi di cocaina, qualche grammo di eroina e 180 euro circa. Le perquisizioni sono poi proseguite nell'abitazione dell'uomo dove sono stati rinvenuti altri cinque grammi ci cocaina. L'arresto è stato convalidato, il giudice ha disposto per lui l'obbligo di firma.

In evidenza un'immagine d'archivio.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali