Schiacciato da una tonnellata di zucchero: il 36enne non ce l’ha fatta

Mattia Parmini è deceduto al Papa Giovanni XXIII, dove era stato portato ieri d'urgenza.

Schiacciato da una tonnellata di zucchero: il 36enne non ce l’ha fatta
Sebino e Franciacorta, 20 Settembre 2019 ore 07:43

Schiacciato da una tonnellata di zucchero sul posto di lavoro: il 36enne di Foresto Sparso non ce l’ha fatta. E’ deceduto in ospedale.

Schiacciato da una tonnellata di zucchero: il 36enne non ce l’ha fatta

E’ l’ennesimo tragico epilogo. Il grave infortunio sul lavoro avvenuto ieri pomeriggio, giovedì, in una distelleria di Paratico non ha lasciato scampo, purtroppo, a Mattia Parmini, 36enne di Foresto Sparso. Parmini è mancato in ospedale, al Papa Giovanni XXIII.

Il grave infortunio

L’infortunio sul lavoro è avvenuto alla ditta di distillati San Giorgio. Alle 14.18 di ieri, giovedì, è scattato il codice rosso e a Paratico, in via Foppe, si sono precipitati i soccorritori di Sarnico in codice rosso e i Vigili del fuoco di Palazzolo e Brescia con l’auto gru. Le condizoni dell’operaio 36enne che si trovava intento alla movimentazione dei sacchi di zucchero da mille chili quando è rimasto schiacciato da uno di essi, sono apparse da subito molto gravi.

E’ stato liberato dal sacco da una tonnellata e soccorso. Poi la corsa in ospedale, fino al Papa Giovanni XXIII. A nulla, purtroppo, sono valse le cure mediche. Il 36enne è deceduto nella tarda serata di ieri, lasciando Paratico e Foresto Sparso sgomenti.

Starà alle Forze dell’ordine e ad Ats, intervenuti sul posto subito dopo l’infortunio, accertare le ragioni alla base del tragico episodio.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia