Rovato-Adro

Pusher in fuga sperona l’auto dei carabinieri: arrestato

Inseguito da una pattuglia della Polizia Locale, il 25enne è stato trovato in possesso di cocaina e contanti.

Pusher in fuga sperona l’auto dei carabinieri: arrestato
Sebino e Franciacorta, 01 Ottobre 2020 ore 19:29

Tutto è partito nella serata di mercoledì 30 settembre dall’alert delle telecamere, relativo al passaggio in territorio rovatese di un veicolo segnalato. Immediata la reazione della pattuglia della Polizia Locale di Rovato, che si è subito lanciata a caccia della vettura. E, alla fine di un concitato inseguimento, il pusher è stato fermato e arrestato, anche grazie alla collaborazione dei carabinieri.

Pusher in fuga sperona l’auto dei carabinieri: arrestato

La segnalazione ha innescato un rocambolesco inseguimento in Franciacorta, attraversando i comuni di Coccaglio, Erbusco e Adro. Proprio nella frazione Torbiato l’automobilista in fuga ha speronato la macchina dei carabinieri di Rovato, intervenuti in supporto agli agenti della Locale. Abbandonato il veicolo, il giovane, un 25enne tunisino di casa a Capriolo, ha tentato di scappare a piedi ma, dopo una colluttazione con i militari (uno, purtroppo, ha riportato delle ferite), è stato fermato e neutralizzato. Il giovane è stato trovato in possesso di una quindicina di dosi di cocaina; sono inoltre stati rinvenuti circa 2mila euro di contanti, ritenuti frutto dell’attività di spaccio, e tre telefoni cellulari. Nel corso della perquisizione domiciliare nell’abitazione del giovane è stato trovato un bilancino di precisione. Viste le circostanze, sono scattate le manette: il 25enne è accusato dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento di veicolo. Processato per direttissima nella mattinata di giovedì 1 ottobre, il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Videosorveglianzia e sinergia tra Forze dell’ordine

L’implementazione del sistema di videosorveglianza, che ha permesso di monitorare i veicoli in accesso e in uscita con le telecamere per la lettura targhe, sta dando i suoi frutti. Il segnale di allerta scattato intorno alle 21 di mercoledì sera si è infatti rivelato fondamentale per innescare l’intervento delle Forze dell’ordine. Ma non ci sarebbe stato nessun arresto senza la pronta reazione degli agenti della Polizia Locale di Rovato e dei carabinieri della Stazione di Rovato. Solo grazie al loro prezioso lavoro è stato possibile assicurare alla giustizia il giovane spacciatore.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia