Cronaca
la fine dell'incubo

Picchia i genitori e li minaccia di morte per estorcere denaro: arrestato

I soldi servivano per acquistare la droga, ma all'ultima richiesta il padre non ha ceduto: si è messo a urlare, attirando i poliziotti, che hanno poi arrestato il figlio 34enne.

Picchia i genitori e li minaccia di morte per estorcere denaro: arrestato
Cronaca Brescia, 24 Aprile 2021 ore 14:40

Nel corso della notte la Squadra Volante della Questura di Brescia ha arrestato un 34enne bresciano ritentuto responsabile dei reati di atti persecutori, maltrattamenti, estorsione e rapina nei confronti dei propri genitori. Finisce così l'incubo per la coppia vessata dall'indole violenta del figlio che, a
causa della sua dipendenza dalle sostanze stupefacenti, spesso perdeva totalmente il controllo.

Picchia i genitori e li minaccia per estorcere denaro

“Se non mi dai i soldi ti picchio”. La coppia di bresciani, marito e moglie, se l'è sentito ripetere più volte dal figlio, un 34enne, consumatore di droga. Il denaro serviva proprio a comprare lo stupefaciente e spesso, le minacce, si erano trasformate in vera è propria violenza: pugni e calci assestati con violenza al proprio padre  per farsi consegnare 800 euro per volta. E' quanto ricostruito dalle indagini della Polizia Giudiziaria sulla base delle dichiarazioni delle vittime: dagli atti risultano anche diversi reati commessi nei confronti della madre, più volte maltrattata e sottoposta a costanti minacce di morte, costretta a vivere in uno stato di paura e prostrazione sia fisica che morale, nonché a temere per la propria incolumità. Più volte la donna, impaurita, aveva lasciato la propria casa per cercare rifugio presso  i parenti.

La fine dell'incubo

Un incubo durato anche troppo a lungo, fino all'intervento degli agenti della Volante. Nei giorni scorsi i poliziotto sono giunti presso un'Istituto Bancario di Via Salgari, a seguito di un ulteriore minaccia-aggressione avvenuta nei confronti del padre, da tempo costretto a vivere nel terrore per il comportamento violento del figlio. Il 34enne gli aveva chiesto altri 800 euro, ma questa volta lui ha rifiutato e si è messo a urlare attirando così l'attenzione dei passanti e di una pattuglia che in quel momento stava passando nella zona. Quando hanno sentito le grida dell'anziano, gli agenti sono intervenuti trovando il 34enne, in evidente stato di alterazione, che dava ancora in escandescenze contro il genitore.

L'arresto

Questa notta il 34enne, F.E. è stato arrestato dai poliziotti: durante la perquisizione all’interno della abitazione gli agenti hanno rinvenuto anche 500 grammi di marijuana. L’uomo, che annovera diversi precedenti di polizia, è statocondotto nella Casa Circondariale di Brescia.

Necrologie