Cronaca

Operaio morto a Ospitaletto: la Fiom denuncia l'ennesimo infortunio

"Fim e Fiom denunciano l’ennesimo infortunio mortale accaduto nella categoria e nella nostra Provincia e come ancora una volta la mancanza dei dovuti interventi di prevenzione e di formazione ai lavoratori siano causa di infortuni e di infortuni mortali".

Operaio morto a Ospitaletto: la Fiom denuncia l'ennesimo infortunio
Cronaca Bassa, 19 Dicembre 2018 ore 09:00

Operaio morto a Ospitaletto: la Fiom denuncia l'ennesimo infortunio sul lavoro. Il primo e il secondo turno di questa mattina, mercoledì, alla Aso saranno sospesi.

Operaio morto a Ospitaletto: la Fiom denuncia l'ennesimo infortunio

Nulla hanno potuto i soccorsi: ieri mattina El Harrak Larby, operaio 52enne della Aso di Ospitaletto, è morto schiacciato da una gru in movimento. Immediata la presa di posizione dei sindacati. "L’infortunio mortale, dalle prime indicazioni, è accaduto nel parco rottame - hanno dichiarato dalla Fiom Brescia - Il lavoratore coinvolto, El Harrak Larby, ha 52 anni di età, due figli ed è dipendente della stessa società. La direzione della Aso ha sospeso immediatamente l’attività e messo in sicurezza gli impianti, e ha comunicato che anche il secondo e terzo turno di ieri, martedì, e il primo e il secondo turno di oggi, mercoledì, sospenderanno le attività".

Chiesto un incontro con la direzione

La Fiom e la Fim, e le Rsu hanno chiesto di avere un incontro alla direzione, che si è svolto nell’immediato, per verificare le dinamiche di quanto accaduto e per avere informazioni sulla fermata produttiva. Lo stabilimento Aso di Verona, in cui è avvenuto un infortunio mortale a fine gennaio e che è costato la vista a Maurizio Cossu, si è riunito in assemblea, per avere informazioni sull’accaduto e per decidere eventuali iniziative, a partire da una sottoscrizione a favore dei familiari.
"Fim e Fiom denunciano l’ennesimo infortunio mortale accaduto nella categoria e nella nostra Provincia e come ancora una volta la mancanza dei dovuti interventi di prevenzione e di formazione ai lavoratori siano causa di infortuni e di infortuni mortali", hanno concluso i sindacati nel comunicato.

TORNA ALLA HOME PAGE

Necrologie