sulla provinciale

Identificato il giovane investito tra Coccaglio e Chiari: è un 22enne tunisino

I famigliari lo hanno identificato al Civile. La Stradale è in attesa di un riscontro da parte del Consolato tunisino.

Identificato il giovane investito tra Coccaglio e Chiari: è un 22enne tunisino
Cronaca Sebino e Franciacorta, 02 Dicembre 2020 ore 18:26

Ci sono voluti diversi giorni di lavoro, da parte delle Forze dell’ordine, per identificare il giovane travolto venerdì sera lungo la provinciale che collega Chiari a Coccaglio, proprio sul confine tra i due territori. Deceduto sull’asfalto a causa dell’impatto con un crossover in transito, il giovane non aveva con sé i documenti e la Polizia Stradale di Iseo è riuscita a contattare alcuni parenti grazie alle chiamate presenti sullo smartphone del ragazzo, identificato martedì mattina al Civile dai famigliari.

Identificato il giovane investito tra Coccaglio e Chiari: è un 22enne tunisino

La vittima della tragedia avvenuta pochi minuti dopo le 21.30 di venerdì sulla Sp11 è Baligh Amama, 22 anni, tunisino senza fissa dimora e risultato irregolare sul territorio nazionale. Il giovane stava camminando sul ciglio della provinciale quando è stato travolto da una Nissan Qashqai guidata da un pontogliese che si stava recando sul posto di lavoro.

L’impatto è stato fatale per il 22enne. La chiamata ai soccorsi è partita in codice rosso, ma non c’è stato nulla da fare. Sconvolto e sotto shock, l’autista è stato visitato dai soccorritori di Roccafranca e Chiari intervenuti con ambulanza e auto medica. Allertate immediatamente anche le Forze dell’ordine, in via Per Chiari sono intervenuti i carabinieri della Sezione radiomobile e delle Stazioni di Cologne e Castrezzato, che si sono occupati della viabilità. C’era nebbia fitta e il tratto della Sp11 nei pressi del Dylan è poco illuminato, anche se non c’erano molti utenti della strada in transito visto il Coprifuoco delle 22.

Per i rilievi e la ricostruzione della dinamica dell’incidente mortale sono invece intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Iseo. Il magistrato ha aperto, come atto dovuto, un fascicolo di indagine per omicidio stradale, mentre gli agenti si sono messi al lavoro di concerto con la Procura per risalire all’identità del ragazzo, che non aveva con sé i documenti.

Identificato da alcuni parenti al Civile

Il 22enne, identificato da alcuni parenti martedì mattina al Civile, stava camminando lungo la provinciale quando è stato travolto. Pochi minuti prima al 112 era già arrivata una chiamata di un utente della strada che segnalava la sua presenza, mentre un altro testimone ha confermato che aveva rischiato di investirlo poiché, nel vedere i veicoli, il ragazzo si era buttato al centro della corsia.

Anche il conducente della Nissan ha dichiarato di essersi trovato davanti il ragazzo: i danni riportati dal veicolo interessano infatti la parte centrale del cofano e del muso del crossover.
Stando ad altri testimoni, che l’avevano visto in centro a Chiari qualche ora prima, il giovane sarebbe stato ubriaco, ma a confermarlo sarà la cromatografia disposta dalla Procura. Nel frattempo la Stradale è in attesa anche di un riscontro definitivo, tramite il passaporto del ragazzo, daparte del Consolato tunisino.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità