Cronaca
ospitaletto

Due dipendenti «barattati» per un dirigente: OspiLab attacca la politica delle assunzioni

Lo sfogo del capogruppo Laura Trecani: "Le scelte dell'Amministrazione stanno ingessando il Comune"

Due dipendenti «barattati» per un dirigente: OspiLab attacca la politica delle assunzioni
Cronaca Bassa, 13 Novembre 2022 ore 10:04

Quattro mani sono meglio di due, soprattutto in un Comune che già pare soffrire la carenza di organico. «Eppure, nonostante l’esodo di dipendenti, il sindaco e la Giunta hanno deciso di assumere un nuovo dirigente, il terzo, rinunciando così alla possibilità di assumere due persone». E’ lo sfogo del consigliere Laura Trecani, capogruppo di OspiLab, contro la scelta dell’Amministrazione di creare una terza area dirigenziale «di cui una con pochissime competenze e comunque eccessiva per un paese che non arriva nemmeno a 15mila abitanti» in barba al bisogno di personale per garantire il servizio all’utenza.

Due dipendenti «barattati» per un dirigente: OspiLab attacca la politica delle assunzioni

«Dopo l’ultima riorganizzazione di circa un anno fa, che ha spostato la competenza della Pubblica istruzione e cultura nell’area tecnica (unica nel suo genere visto che in tutti gli altri Comuni è collocato negli Affari generali) assistiamo nuovamente a una frammentazione di competenze amministrative - ha chiosato il consigliere d’opposizione - Ciò in evidente contrasto con la decisione più volte sbandierata di creare un’unità di staff con competenza esclusiva per la Pubblica istruzione che si è rivelata probabilmente fallimentare».

Con la delibera di Giunta del 27 ottobre il primo cittadino Giovanni Battista Sarnico ha deciso di creare un’area dedicata ai «Servizi al cittadino» in cui migreranno l’ufficio Relazioni con il Pubblico, i Servizi demografici , i Servizi sociali e quello elettorale: una mossa funzionale ad assumere un nuovo dirigente a tempo indeterminato, salvo però rinunciare ai due dipendenti «sostenendo, come giustificazione, che non è possibile reclutarli entro il 31 dicembre - ha continuato - Una decisione oltremodo illogica se pensiamo alla carenza di organico in cui versa il Comune di Ospitaletto e che i principali servizi vengono erogati proprio dai dipendenti. Quindi non solo l’attuale Amministrazione non riesce a “fidelizzare” i propri dipendenti il cui esodo continua da anni al pari di quello di segretari, assessori e consiglieri di maggioranza ma così facendo rinuncia anche ad assumerne di nuovi».

"Le scelte dell'Amministrazione stanno ingessando il Comune"

Non si potevano bandire i concorsi per tempo? O forse non è stato possibile fare concorsi... perchè non c’era abbastanza personale per farli, si è chiesta il capogruppo di OspiLab. «Lo stesso personale a cui ora rinunciano - ha concluso - Se non é possibile assumere due dipendenti entro fine anno perché é possibile assumere un dirigente, dobbiamo forse pensare che non ci sarà nessun concorso per scegliere la professionalità più adatta al Comune di Ospitaletto? Le scelte dell’Amministrazione Sarnico non solo ingessano il Comune più di quanto lo sia già ma lo ingesseranno per gli anni a venire vincolando l’operatività del Comune anche dopo la fine del mandato e tutto ciò risponde a logiche a noi sconosciute e chi non avrà risposte in tempi adeguati saranno i cittadini».

Seguici sui nostri canali
Necrologie