Castelcovati

Dopo la violenta colluttazione lo investe con l'auto: 40enne in manette per tentato omicidio

Il fatto è avvenuto questa mattina in un distributore del paese: sul posto è atterrato anche l'elisoccorso.

Dopo la violenta colluttazione lo investe con l'auto: 40enne in manette per tentato omicidio
Cronaca Bassa, 26 Febbraio 2021 ore 22:09

Il fatto è avvenuto oggi a Castelcovati: protagonisti due albanesi.

Dopo la violenta colluttazione lo investe con l'auto: 40enne in manette per tentato omicidio

Nella mattina di oggi un 36enne albanese è stato investito di proposito da un connazionale di 40 anni a bordo della propria vettura all’interno di un distributore di Castelcovati. I carabinieri della Stazione di Castrezzato hanno arrestato l’uomo per tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dai militari i due albanesi, entrambi con un significativo passato criminale, si sono incontrati davanti al bar del distributore e hanno iniziato una violenta colluttazione, a causa di vecchi rancori. A nulla sono valsi i tentativi del titolare dell’area di sosta di separare i due. Per diversi minuti hanno continuato a scambiarsi colpi proibiti finché la situazione è sembrata tornare alla normalità. Il più anziano è risalito a bordo del proprio veicolo e si è allontanato dalla zona. Il più giovane, dopo essersi ripreso, si è avviato a piedi in direzione opposta quando, in prossimità dell’uscita, gli è piombata addosso l’auto guidata dal connazionale che lo ha centrato ad alta velocità, facendolo sobbalzare in avanti per una decina di metri dopo aver sbattuto violentemente la testa sul parabrezza. Pochi istanti dopo sono giunti sul posto i carabinieri che hanno trovato l’aggressore ancora a bordo del proprio veicolo. Per lui sono scattate immediatamente le manette. La vittima è stato raggiunta dall’elisoccorso che l’ha trasportata agli Spedali Civili di Brescia con fratture multiple. La prognosi rimane ancora riservata. Anche l’aggressore ha riportato un trauma al volto con prognosi di 30 giorni, ma ciò non ha impedito all’Autorità Giudiziaria di disporne l’associazione al carcere di Brescia.

 

 

Necrologie