il caso

Brescia, droga nascosta nel box di casa: scattano le manette per un 26enne

Per il giovane è scattato l'arresto e il conseguente trasferimento in carcere

Brescia, droga nascosta nel box di casa: scattano le manette per un 26enne
Pubblicato:

Brescia, droga nascosta nel box di casa: scattano le manette per un 26enne.

Una vita (solo apparentemente) regolare

Una vita apparentemente regolare quella del 26enne marocchino in Italia con regolare permesso di soggiorno e un contratto di lavoro altrettanto in regola e con tanto di buste paga. Anche dal lato privato la sua vita sembrava procedere in modo lineare: una fidanzata e un appartamento in via Cipro a Brescia.

Ad insospettire gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile alcune informazioni che erano giunte a loro secondo le quali nella vita del 26enne non tutto fosse così limpido. Addirittura circolava voce che fosse uno dei più influenti grossisiti della marijuana nella zona sud della città. Dubbi che hanno immediatamente fatto scattare osservazioni e pedinamenti dai quali è emerso che i sospetti erano fondati. Da lì è poi partita l'operazione vera e propria.

Droga nascosta nel box di casa, succede a Brescia

Nel pomeriggio di mercoledì 22 maggio 2024, infatti, il 26enne in Italia ormai da quattro anni e senza precedenti è stato scoperto: nel suo box parte dell'appartamento nel quale viveva ma che era intestato alla sua ragazza, è stato rinvenuto un carico da otto chilogrammi di marijuana. Ad insospettire gli agenti, in particolare, i movimenti del 26enne: il giovane, infatti, è stato osservato per più volte muoversi dal garage ai vari parchi della zona, proprio come se dal box prelevasse la merce da rivendere poi ai clienti con i quali si dava appuntamento. Una volta appurato il tutto per il ragazzo è scattato l'arresto e il conseguente trasferimento in carcere in attesa dell'incontro con il Gip.

Da evidenziare che il 26enne nel momento in cui è stato scoperto dagli agenti non ha opposto loro resistenza, il fatto quindi di aver collaborato fin da subito giocherà a suo favore nella determinazione della quantità e del tipo di pena da scontare.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali