lonato

Accoltellato in stazione a Desenzano, la vittima è Nerino Zamboni

L'uomo è stato ricoverato d'urgenza in ospedale: purtroppo sta lottando per la vita.

Accoltellato in stazione a Desenzano, la vittima è Nerino Zamboni
Cronaca Garda, 05 Dicembre 2020 ore 10:37

Aggiornamento delle 12.40

Sembra essere fuori pericolo Nerino Zamboni, vittima di un accoltellamento. Con una nota postata sui social, la figlia Federica ha rassicurato pubblicamente i cittadini, gli amici e i conoscenti del padre, che dopo circa 36 ore di preoccupazione per le gravi ferite riportate, sta meglio. Il ringraziamento da parte della famiglia è rivolto a tutti quelli che hanno speso parole di conforto e affetto nei confronti di Zamboni; si dispiacciono per aver letto commenti che invece gettano discredito e chiede rispetto del dolore. Rimane ancora un mistero il movente dell’accaduto.

Vittima del terribile agguato che si è consumato nella tarda serata di giovedì è il conosciuto Nerino Zamboni, lonatese di 70 anni e titolare di una nota impresa funebre con sede in via Cavalieri di Vittorio Veneto a Lonato.

Nerino Zamboni lotta per la vita

L’episodio violento e gravissimo nella notte tra giovedì 3 e venerdì 4 dicembre a Desenzano del Garda, dove nei pressi della stazione ferroviaria un cittadino pachistano ha accoltellato al collo il 70enne italiano di Lonato del Garda, ferendolo gravemente. Il movente è al vaglio degli inquirenti, i quali sostengono che i due si conoscessero già e hanno ipotizzato il tentato omicidio.

La vittima è stata ricoverato d’urgenza in ospedale: la sue condizioni di salute erano giudicate gravissime a seguito delle serie ferite riportate durante l’aggressione. Purtroppo non sembrano esserci buone notizie: stando alle ultime informazioni Zamboni sarebbe in fin di vita. La sua città però non perde la speranza: tantissimi concittadini si sono espressi sui social augurando una pronta guarigione al lonatese, che è anche militante nell’Associazione Nazionale dei Carabinieri. “Tutta la comunità lonatese e non è con te”, si legge su Facebook.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità