Cronaca
Iseo

Accoltellano due giovani: due fratelli arrestati per tentato omicidio

Si tratta di due ragazzi di Rovato: il più grande di 20 anni, il più piccolo di soli 15 anni.

Accoltellano due giovani: due fratelli arrestati per tentato omicidio
Cronaca Sebino e Franciacorta, 30 Giugno 2021 ore 12:28

Oggi i carabinieri di Iseo hanno arrestato un 20enne e un 15enne di Rovato.

Accoltellano due giovani: fratelli arrestati per tentato omicidio

Nella mattinata odierna, i carabinieri della Stazione di Iseo hanno dato esecuzione ad una misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Brescia e dal Tribunale minorile traendo in arresto due fratelli di Rovato (BS), un ventenne e un quindicenne, entrambi indagati per tentato omicidio. Nella circostanza, i militari, dopo aver avviato immediata attività investigativa, hanno raccolto un solido quadro indiziario, avallato dalle rispettive Autorità giudiziarie,  a carico dei predetti, ritenuti responsabili di aver accoltellato altri due giovani di 16 e 18 anni la sera del 5 giugno a Iseo.  In particolare è stata ricostruita la dinamica dei fatti accaduti, appurando che gli aggressori hanno raggiunto la località turistica lacustre, a bordo della vettura del padre, dopo che la settimana precedente avevano avuto un litigio con le vittime. A quanto pare la lite era iniziata sui social.

Le lesioni

Dopo il ferimento, gli aggressori sono risaliti sull'auto e hanno fatto ritorno a casa.  Le lesioni cagionate nei confronti della vittima più  giovane - che è  stata giudicata guaribile con 20 giorni di prognosi - non si è rivelata fatale perché il fendente scagliato con coltello a scatto si è fermato a pochi centimetri dal cuore, mentre un altro colpo gli ha causato una lesione muscolare ad un braccio che ha richiesto l'intervento chirurgico. L'altra vittima, invece, è stata attinta superficialmente a un braccio nel tentativo di difendere l'amico, riportando lesioni guaribili in 10 giorni.

L'accusa

L'accusa formulata dalle Autorità giudiziarie è di tentato omicidio. Il fratello maggiore è stato associato dai carabinieri al carcere di Brescia mentre il minorenne dovrà scontare la misura cautelare in un istituto di pena minorile di Milano.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie