Un lungo filone di indagini

Banda delle rapine: arrestato un 58enne complice del gruppo

Ha agito nei confronti di un imprenditore attivo nel bergamasco ed è stato individuato come membro della banda che, con tutta probabilità, ha trafugato i 200mila euro alle Poste di Palazzolo.

Banda delle rapine: arrestato un 58enne complice del gruppo
Cronaca Brescia, 04 Aprile 2021 ore 10:00

La lunga coda dell’indagine che ha condotto i carabinieri della Sezione Operativa del Norm della Compagnia di Chiari alla scoperta di un vero e proprio arsenale nascosto in un garage privato a Cologno Monzese, il 23 marzo scorso, ha portato ad un altro provvedimento restrittivo nei confronti di un cittadino italiano classe ’63 residente a Cinisello Balsamo. In manette, questa volta, è finito un 58enne. Si tratta di un altro membro del gruppo che probabilmente si cela anche dietro la rapina alle Poste di Palazzolo.

Banda delle rapine: arrestato un 58enne complice del gruppo

L'indagine che ha portato all'arresto dell'uomo, e anche del calabrese prima residente a Castrezzato (già in manette da qualche settimana) è sicuramente partita dalla rapina alle Poste di Palazzolo. Nonostante questo, però, nel filone di indagini, ai due non è ancora stato ufficialmente attribuito il colpaccio.

Per quanto riguarda l'arresto del 58enne, in seguito a repentini riscontri investigativi, i militari sono stati in grado di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti del pregiudicato e garantire l’emanazione dell’ordinanza cautelare da parte del Gip del Tribunale di Bergamo per estorsione nei confronti di un imprenditore attivo nel bergamasco. I proventi della minaccia estorsiva sarebbero serviti al mantenimento del detenuto responsabile del possesso di armi clandestine e abusive e di esplosivo rinvenuti a Cologno Monzese. Su ordine dell’Autorità Giudiziaria l’arrestato è stato immediatamente tradotto al carcere di Bergamo in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

I colpi e i precedenti

La banda, della quale faceva parte il 58enne, ha probabilmente messo a punto diversi colpi in Lombardia. Tra questi, come già ribadito, potrebbe esserci anche la rapina a mano armata alle Poste di Palazzolo, ma sono ancora in corso degli accertamenti e a breve potrebbero esserci ulteriori dettagli. Nell'organizzazione clandestina, come emerso la scorsa settimana, c'era anche un uomo italiano di origini calabresi classe 1964, per lungo tempo cittadino del Comune di Castrezzato e che attualmente si trova in carcere.

 

Necrologie