Dal 4 al 6 luglio

Una delegazione bresciana in visita a Kaunas per siglare il gemellaggio

La delegazione incontrerà, già nella giornata di giovedì, il sindaco Visvaldas Matijošaitis e i vicesindaci Mantas Jurgutis, Andrius Palionis, Tomas Jarusevičius di Kaunas

Una delegazione bresciana in visita a Kaunas per siglare il gemellaggio
Pubblicato:

Una delegazione bresciana in visita a Kaunas per siglare il gemellaggio.

Gemellaggio: una delegazione bresciana in visita a Kaunas

Partirà giovedì 4 luglio 2024 alla volta di Kaunas una delegazione bresciana guidata dalla sindaca di Brescia Laura Castelletti e dall'assessore alle Attività produttive, alla promozione turistica della città e ai gemellaggi Andrea Poli, della quale faranno parte anche il consigliere comunale Roberto Cammarata – che nella precedente consiliatura aveva seguito l’iter di costruzione dell’accordo di gemellaggio in qualità di presidente del Consiglio comunale - e i referenti dell'Ufficio Gemellaggi e Relazioni Internazionali del Comune di Brescia.

La delegazione incontrerà, già nella giornata di giovedì, il sindaco Visvaldas Matijošaitis e i vicesindaci Mantas Jurgutis, Andrius Palionis, Tomas Jarusevičius di Kaunas per una presentazione della città, e in particolare della sua architettura modernistica grazie alla quale le è valso il titolo di Learning City e Città Creativa UNESCO per il Design. La città lituana, fra le altre cose, è stata anche Capitale europea della Cultura 2022.

Il cronoprogramma

Venerdì 5 luglio 2024 alle 11, nel Castello di Kaunas, si terrà la cerimonia ufficiale per la firma dell’accordo di gemellaggio fra le due città. Dopo il consueto scambio di doni e omaggi fra le due delegazioni, il Sindaco di Kaunas presenterà la scultura del guerriero della libertà (“VYTIS” - emblema della Repubblica di Lituania). A seguire, la delegazione bresciana proseguirà con una visita al Castello e ad altri monumenti e infrastrutture della città.

Nella giornata di sabato 6 luglio si recherà, invece, nei luoghi della città già interessati da una collaborazione con la comunità bresciana – in particolare con Fondazione Credito Agrario di Brescia particolarmente attiva sul territorio grazie all’interessamento del suo già segretario Agostino Mantovani e dell’ex dipendente della Fondazione Sergio Paterlini -, come ad esempio “Mauros namas", la casa costruita con i fondi delle istituzioni bresciane e di sponsor privati per le ragazze orfane di Kaunas. Nel pomeriggio i delegati andranno in visita alla “Casa di Sugihara”, il vice console giapponese a Kaunas che ha salvato di propria iniziativa circa 6.000 persone ebree durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nei prossimi mesi, la delegazione della città di Kaunas verrà in visita a Brescia per sottoscrivere l’accordo di gemellaggio, così com’è previsto dal protocollo.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali