Attualità
Sanità

Nuovo reparto di Medicina al presidio di Gavardo

Alparone: “Rispondiamo con i fatti alle fuorvianti notizie apparse sui giornali, i potenziamenti realizzati ed in atto su Gavardo e sul suo Territorio sono evidenti e sono i primi, di sostanza, da circa 10 anni a dimostrazione di quanto la Direzione consideri strategico il Polo Valsabbino”.

Nuovo reparto di Medicina al presidio di Gavardo
Attualità Brescia, 22 Novembre 2022 ore 15:18

Ora il presidio di Gavardo e Prevalle vanta 150 posti letto come nel 2019 ed una medicina che collega Ospedale e Territorio.

Nuovi posti letto

Dopo l’apertura di 2 posti letto aggiuntivi di terapia intensiva a fine settembre, si apre il nuovo reparto di medicina, completamente ristrutturato e rinnovato, che aumenta la dotazione di posti letto da 28 a 33. La maggiore dotazione di ricovero del reparto per acuti, insieme al nuovo Ospedale di Comunità di Prevalle inaugurato a fine settembre con altri 20 posti letto, offre la possibilità ai pazienti lungodegenti ed anziani un completo approccio assistenziale e la possibilità di completare il ciclo di cure prima di rientrare presso la propria abitazione. Una strategia di collegamento Ospedale - Territorio già sperimentata con efficacia tra il polo Ospedaliero di Manerbio e quello dell’Ospedale e Casa di Comunità di Leno, in piena sintonia con il rafforzamento indirizzato dalla recente revisione della legge del Sistema Regionale Sanitario Lombardo varata a fine 2021.

Nuovo reparto di Medicina, un importante investimento

Un investimento di oltre 380.000 euro, quota parte del progetto di ristrutturazione in corso per l’emodinamica e l’elettrofisiologia che vale oltre 2,1 milioni complessivi e che si sta realizzando con grande determinazione. Con il completamento della parte cardiologica, in avanzata fase di realizzazione, il presidio ospedaliero di Gavardo disporrà di un fondamentale punto di riferimento interventistico cardiologico per il rilevante bacino di utenza dell’area Valsabbina per tutte le procedure di urgenza a vantaggio della tempestività di intervento dei pazienti che presentano fenomeni acuti e che non dovranno essere più trasportati in altri presidi. Un potenziamento che l’Azienda ha deciso di realizzare per valorizzare le riconosciute ed apprezzate competenze cliniche della Cardiologia di Gavardo.

Le parole del direttore generale Alparone

Il Direttore Generale, Mario Alparone, dichiara:

“Rispondiamo con i fatti alle fuorvianti notizie apparse sui giornali, i potenziamenti realizzati ed in atto su Gavardo e sul suo Territorio sono evidenti e sono i primi, di sostanza, da circa 10 anni a dimostrazione di quanto la Direzione consideri strategico il Polo Valsabbino”.

Continua infatti a ritmo serrato l’opera di potenziamento dei presidi che vantano lo stesso numero di posti letto presenti nel 2019 e 10 posti letto aggiuntivi rispetto a quelli esistenti nel 2021, cosi come maggiori sono attualmente le forze in campo sanitario presenti rispetto al periodo pre covid. Sul fronte del personale stiamo inserendo i primi infermieri a seguito del recente concorso che ha portato alla delibera di assunzione di 99 risorse per la ASST e sui medici dopo i concorsi di anestesisti e ortopedici nei prossimi mesi copriremo i primariati di Radiologia ed Ortopedia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie