Attualità
il caso

Nuova biglietteria di Iseo: infuria la polemica tra i commercianti

Commercianti e privati sul piede di guerra annunciano di fare ricorso contro il progetto per realizzare la struttura nella piazzetta storica fronte lago

Nuova biglietteria di Iseo: infuria la polemica tra i commercianti
Attualità Sebino e Franciacorta, 20 Ottobre 2022 ore 08:24

I commercianti non la vogliono perché oscurerebbe la vista lago. I cittadini non la vogliono perché stravolgerebbe il volto di una delle storiche piazzette di Iseo, quella del Porto Gabriele Rosa. Per Legambiente Basso Sebino ha un forte impatto paesistico ed è inutile, dato che molti acquistano i biglietti del battello online. Sul progetto per realizzare la nuova biglietteria a servizio dell’imbarcadero del capoluogo sebino infuria la polemica.

Nuova biglietteria di Iseo: infuria la polemica tra i commercianti

La struttura, a pianta rettangolare di circa 3 metri per 6,5 e finanziata grazie a un contributo regionale per il potenziamento delle infrastrutture lacuali erogato a Navigazione lago d'Iseo, dovrebbe sorgere proprio di fronte ad alcuni esercizi pubblici che affacciano sul lago (oscurandone quindi una parte del cono visivo) e in uno dei luoghi caratteristici di Iseo.

I commercianti hanno chiesto un incontro agli enti coinvolti e annunciato il ricorso. «La biglietteria al Porto Gabriele Rosa risulterebbe oscurare gran parte della vista lago, con un conseguente danno alle attività senza precedenti», hanno fatto sapere Enzo Esposito e Andrea Vielmi, portavoce del comitato spontaneo anti biglietteria sorto in questi giorni in paese.

Da una parte Navigazione e Autorità di bacino, che puntano a offrire al personale di servizio un luogo di lavoro che risponda alle normative di sicurezza e igienico sanitarie, e a risolvere i problemi di sovraffollamento, di afflusso e di deflusso dei passeggeri che si verificano in estate e negli orari di punta sul pontile dell'imbarcadero. Dall'altra cittadini e commercianti che hanno avviato una raccolta firme supportati anche da Legambiente, che ritiene "inutile" costruire una nuova biglietteria in sostituzione di quella esistente.

"La biglietteria sul molo di attracco dei battelli è quasi sempre chiusa - ha dichiarato Dario Balotta, presidente del circolo di ambientalisti - Inoltre la vendita di ticket cartacei si sta sempre più esaurendo a vantaggio delle prenotazioni online".

Le alternative (in ritardo) del Comune

Visto il malcontento, il Comune nei giorni scorsi ha chiesto di vagliare due nuove alternative: raddoppiare la superficie occupata dall'attuale biglietteria, lasciandola quindi sul molo, oppure costruirne una nuova tra la banca e i parcheggi di via Dante Alighieri.

Il problema è che la proposta di Palazzo Vantini arriva ben oltre i termini di approvazione del progetto da parte di tutti gli enti coinvolti riunitisi in conferenza dei servizi il 19 luglio, riunione in cui c’erano anche i tecnici dell'Amministrazione di Iseo, e poi in un successivo incontro convocato ad hoc a inizio agosto per discutere della biglietteria, al quale però Iseo non ha partecipato e per cui è valso quindi il "silenzio assenso" sul progetto.
Ma non è finita: le due soluzioni non sarebbero state prese in considerazione perché la prima non risolve i problemi di sicurezza e la seconda risulta impraticabile nei tempi stabiliti da Regione, inoltre andrebbe a interferire con la viabilità, occupando aree destinate al parcheggio disabili.

Seguici sui nostri canali
Necrologie