Attualità
Novità

Nominato il nuovo consiglio di indirizzo della Fondazione Museo dell'Industria e del Lavoro Eugenio Battisti

Il primo cittadino Emilio Del Bono ha nominato i professionisti che potranno dare un valido contributo alla realtà.

Nominato il nuovo consiglio di indirizzo della Fondazione Museo dell'Industria e del Lavoro Eugenio Battisti
Attualità Brescia, 21 Dicembre 2021 ore 16:29

Il Sindaco Emilio Del Bono ha nominato Enrico Ovaleo Pandolfo, Luciano Pilotti, Marino Ruzzenenti, Massimo Pianta e Claudio Cambedda membri effettivo nel consiglio di indirizzo della Fondazione Museo dell’Industria e del Lavoro Eugenio Battisti. Si tratta di professionisti che potranno dare un valido contributo nella realtà in cui andranno a operare.

Enrico Ovaleo Pandolfo

Enrico Ovaleo Pandolfo è nato a Parma nel 1945. Si è laureato, con il massimo dei voti, in medicina presso l’Università di Parma nel 1971. Nello stesso anno ha ottenuto una borsa di studio biennale in Addestramento didattico e scientifico e già nel 1974 è diventato titolare di un contratto quadriennale del Ministero della pubblica istruzione all’istituto di Patologia chirurgica di Parma. Ha conseguito poi la specializzazione in Chirurgia nel 1976. Nel corso della sua carriera universitaria ha pubblicato numerosi lavori scientifici e sperimentali riguardanti tecniche chirurgiche innovative ed è stato titolare di diversi corsi d’insegnamento e relatore di molteplici congressi medici. Nel 1979 si è specializzato in Angiologia e chirurgia vascolare, nel 1980 è stato nominato Ricercatore universitario e nello stesso anno ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Sanità di idoneità all’Attività di prelievo e trapianto di rene a scopo terapeutico, attività clinica che ha iniziato a praticare dal 1983, realizzando ben 50 interventi alla Clinica chirurgica di Parma.

Luciano Pilotti

Luciano Pilotti si è laureato, con lode, in Scienze Sociali di indirizzo Economico/Tecnologico all’Università degli Studi di Trento nel 1979, ha frequentato il corso Istao per la specializzazione in Gestione dell’Economia e delle Imprese ad Ancona nel 1981 e ha conseguito il dottorato di ricerca in Economia Aziendale – Economia e Direzione Strategica dell’Azienda all’Università degli Studi di Venezia nel 1987. Attualmente è Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’ Università degli Studi di Milano. Negli ultimi cinque anni è stato docente di Strategie d’impresa, Marketing Progredito, “Strategic Management” del Corso di Laurea Triennale in Economia Europea e di “International management” della Laurea Magistrale in Management dell’Innovazione e imprenditorialità dell’Università degli Studi di Milano e docente del corso di Dottorato di Economics & Management dell’Università di Pavia. Ha effettuato svariate attività di ricerca presso istituzioni importanti come Eni, For-Montedison, il gruppo di ricerca dell’Università Bocconi e Cescom.

Marino Ruzzenenti

Marino Ruzzenenti è nato a Medole nel 1948 e si è laureato in Materie Letterarie alla Facoltà di Magistero dell’Università degli Studi di Parma nel 1974. Maestro elementare di ruolo dal 1967 al 1974, è stato tra i promotori della costituzione a Brescia di un gruppo locale di insegnanti del Movimento di Cooperazione Educativa, nel quale ha operato fino al 1975 in collaborazione con il maestro Mario Lodi.  È stato professore di ruolo di italiano e storia all’Itc “Abba” di Brescia dal 1988 al 2007. È stato segretario provinciale del Sindacato scuola della Cgil, dal 1974 al 1978 e si è impegnato in particolare nel promuovere iniziative per la salubrità degli ambienti di lavoro, con attività di formazione e di programmazione sul territorio. Ha realizzato, inoltre, diversi progetti di educazione ambientale, in particolare, a partire dall’anno scolastico 2006-2007. Dagli anni Ottanta è iscritto all’associazione Legambiente. È stato, nel 1994, tra i soci fondatori di “Cittadini per il riciclaggio”. Nel 2001 ha contributo, con i medici del lavoro Celestino Panizza e Paolo Ricci, a far emergere il grave inquinamento da Pcb e diossine nella zona adiacente l’industria chimica Caffaro. Da anni svolge attività e iniziative per la difesa dell’ambiente.

Massimo Pianta

Massimo Pianta è nato a Lovere nel 1974 e si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Brescia nel 1998. Ha conseguito un Master per Giuristi d’Impresa nel 2003 all’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano ed è abilitato all’esercizio della professione di avvocato dal 2005. Dal 2004 al 2019 ha lavorato per Ubi Banca Spa ricoprendo incarichi relativi a relazioni sindacali e normativa del lavoro, consulenza legale e supporto al Consiglio di Gestione presso l’Area Affari Societari. Da febbraio 2019 a oggi è Legal Specialist alla Banca Valsabbina S.C.p.A., dove ricopre l’incarico di responsabile del Comparto Consulenza Legale e Reclami nell’ambito dell’Area Legale e Contenzioso.

Claudio Cambedda

Claudio Cambedda è nato a Novara nel 1961 e si è laureato in Giurisprudenza all’Università Statale di Milano nell’1989, anno nel quale ha cominciato a esercitare la professione forense. Dal 1995 è iscritto all’Albo degli Avvocati e dal 2008 all’Albo speciale degli Avvocati Cassazionisti ammessi al patrocinio avanti la Corte Suprema di Cassazione e alle altre Giurisdizioni Superiori. È titolare dello studio legale Associato “Cambedda Zappa”, fondato nel 2011 a Brescia. È stato Mediatore e conciliatore specializzato dal 2009 e il 2014 alla Camera di Commercio di Brescia e dal 2011 al 2014 alla Camera di Conciliazione dell’Ordine degli Avvocati. È arbitro abilitato nelle Procedure Arbitrali dal 2016, delegato per le operazioni di vendita dei beni immobili dal 2018, avvocato Abilitato al Patrocinio dei non abbienti, curatore speciale /difensore d'ufficio del minore e dei genitori avanti il Tribunale per i minorenni.

 

Necrologie