Rudiano

Inaugurata la "Moto degli angeli" a Rudiano

Un'installazione in nome di Andrea Cominelli, presidente della Rudiano Motori morto l'estate scorsa in un incidente in sella alla sua due ruote.

Inaugurata la "Moto degli angeli" a Rudiano
Attualità Bassa, 29 Agosto 2021 ore 14:32

Una moto in ricordo di Andrea Cominelli, il centauro rudianese morto l’estate scorsa proprio in sella alla sua due ruote, ma anche per altre persone che hanno perso la vita nello stesso modo. Stamattina, a Rudiano, è stata inaugurata la "Moto degli angeli".

Inaugurata la "Moto degli angeli" a Rudiano

Un ricordo speciale per tutte le persone che hanno perso la vita sulla strada e specialmente, visto il forte legame con Andrea Cominelli, a bordo delle due ruote. La Rudiano motori, associazione capitanata da Cominelli, ha voluto realizzare accanto ai compagni di gruppo dei Volontari del soccorso, un’installazione realizzata soprattutto in memoria del loro presidente.

Il taglio del nastro si è svolto questa mattina, all’esterno della sede dei Volontari del soccorso fraterno. Non mancava proprio nessuno: c'erano tanti amici, i volontari e anche numerosi esponenti politici locali. Tutti hanno voluto ricordare Andrea, ma anche le numerose persone che, proprio come lui, sono morte a seguito di un incidente.

"Abbiamo deciso di ricordare Andrea e dedicargli un ricordo speciale, a lui e a tutti i motociclisti che non ci sono più.  L'installazione porterà il nome di Moto degli angeli e Andrea sarà, ovviamente, il primo pensiero che verrà a tantissimi di noi vedendola, questo ultimo anno senza lui è stato davvero duro, non posso dire che sia stato facile ma il nostro dovere è quello di continuare e portare avanti quello che ha voluto creare lui", aveva infatti spiegato il vicepresidente della Rudiano Motori, Marco Soldi.

L'installazione però, oltre al ricordo di Andrea, ha un significato ancora più profondo perché sarà posizionata accanto alla Poltrona del pensiero del gruppo Volontari del soccorso fraterno.  "Andrea ci teneva tantissimo a loro ed eravamo davvero molto uniti, lo siamo ancora, questa ne è la riprova", aveva aggiunto.

La moto degli angeli ha preso posto accanto alla Poltrona del pensiero e ed è stata realizzata nello stesso materiale. A disegnarla, come già successo per l'installazione dei Volontari del soccorso fraterno, Elena Inverardi.

"Siamo stati davvero felici di condividere lo spazio verde davanti alla nostra sede con il manufatto dedicato a Andrea e a tutti i motociclisti scomparsi, collaboriamo da sempre con la Rudiano Motori, le nostre due associazioni si sono sposate e Andrea era come un fratello per noi", aveva detto emozionato Claudio Piantoni, presidente del gruppo.

Un filo comune tra le due opere che hanno una tematica complementare, quella di pensare e se stessi, alla propria sicurezza e a prestare attenzione alla fugacità della vita. Rudiano motori e Associazione volontari del soccorso: partire da un’idea, passare al progetto nel frattempo capita che ti lascia un amico. Allora i due presidenti hanno deciso di ricordarlo in questo modo.

L'incidente

La scorsa estate Andrea Cominelli,  di rientro da una gita in moto con la sua compagna, era stato vittima di un incidente riconducibile ad una manovra azzardata. Il 61enne era anche il presidente dell’associazione Rudiano motori, nonché pilastro della comunità rudianese e non solo, molto conosciuto nel circondario. La coppia era stata centrata in pieno da una Peugeot 3008 di ritorno a casa a Rudiano lo scorso 21 giugno. Il centauro, alla guida della sua moto aveva perso la vita mentre la sua compagna era stata ricoverata a Desenzano in condizioni gravi, condizioni che sono poi, fortunatamente, migliorate.

Necrologie