Attualità
Al vertice

Fondazione Richiedei, l'incontro tra il sindaco e il vice presidente ora in carica

Si attendono quindi le due settimane prese come tempo di riflessione per capire chi sarà alla guida del nuovo cammino di Fondazione Richiedei

Fondazione Richiedei, l'incontro tra il sindaco e il vice presidente ora in carica
Attualità Bassa, 19 Dicembre 2022 ore 17:05

Fondazione Richiedei, quale sarà il futuro?

Fondazione Richiedei, l'incontro

A seguito delle recenti dimissioni di Carlo Bonometti, ormai ex Presidente della Fondazione Richiedei, questa mattina (lunedì 19 dicembre 2022) si è tenuto l’incontro tra il sindaco del comune di Gussago Giovanni Coccoli e Armido Quadri, vice presidente ed ora in carica come Presidente in questa fase di transizione.

Cosa è emerso

Un colloquio che ha portato alla luce la necessità di riflettere sui prossimi passi da compiere: un tempo di alcune settimane quello accordato tra i due, che si riservano di incontrarsi nuovamente dopo le feste per prendere una decisione sulla presidenza della Fondazione. Ad Armido Quadri infatti, è stato proposto di subentrare come Presidente, portando alla conseguente surroga di un nuovo Consigliere del CdA. Quadri è sicuramente la figura che oggi può garantire continuità al lavoro svolto dal Dott. Bonometti, la sua grande esperienza e il suo attaccamento alla Fondazione Richiedei restano indiscutibili. Vi è però un aspetto positivo, ovvero la conferma da parte dei membri del CdA a proseguire nel loro mandato, che scadrà nel settembre 2024.

“E’ bene che questo CdA vada avanti” dichiara Giovanni Coccoli, “il Richiedei è un’istituzione della la nostra comunità e merita che possa andare sempre meglio, senza alcun tipo di interruzione. L’attuale CdA è solido” continua Coccoli “tante sono le competenze e vi è una grande collaborazione. Auspico una continuità a favore del buon cammino della Fondazione”.

Si attendono quindi le due settimane prese come tempo di riflessione per capire chi sarà alla guida del nuovo cammino di Fondazione Richiedei.

Seguici sui nostri canali
Necrologie