Attualità
Cambio al vertice

Fondazione Richiedei, il presidente si dimette

Il primo cittadino: "In questa fase di transizione, la gestione è affidata al vice presidente Dott. Armido Quadri"

Fondazione Richiedei, il presidente si dimette
Attualità Bassa, 18 Dicembre 2022 ore 09:56

Si è dimesso il presidente del Cda Fondazione Richiedei Carlo Bonometti.

Fondazione Richiedei e l'annuncio da parte del primo cittadino

Ad annunciarlo è il sindaco di Gussago Giovanni Coccoli tramite una nota ufficiale

Le sue parole

"In data 16 dicembre (venerdì 16 dicembre 2022 ndr) ho ricevuto la lettera di dimissioni del Presidente del CdA della Fondazione Richiedei Carlo Bonometti, dimissioni che di fatto mi erano già state annunciate dallo stesso nei giorni precedenti e che sono dettate da motivi personali che non consentivano lui di dedicare il tempo e le attenzioni necessarie alla fondazione. Una scelta sofferta ma doverosa, che porta con sé il peso di un momento dove  ci sono importanti tematiche al centro dell’attenzione della struttura. Ringrazio a nome mio e di tutta l’amministrazione, il presidente Bonometti per quanto ha fatto in questi otto anni di intenso lavoro, dedicando tempo, passione e competenze al nostro ospedale, portando a casa - non senza fatica - risultati importanti, soprattutto in questi ultimi due anni caratterizzati da una durissima emergenza pandemica. In questa fase di transizione, la gestione è affidata al vice presidente Dott. Armido Quadri. Nei prossimi giorni, sarà mia premura incontrare il vice presidente e il CdA per definire la prosecuzione per la surroga".

Fondazione Richiedei

La Fondazione “Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei” è costituita, in attuazione alla Legge Regionale n.1 del 13 febbraio 2003, in seguito alla de pubblicizzazione dell’Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficienza denominata Opera Pia “Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei”. L’Opera Pia venne eretta in ente morale con R.D. 13 dicembre 1877 per volontà del fondatore Paolo Richiedei che, con testamento olografo del 1° aprile 1860 volle la costituzione in Gussago di un “ospedale per i malati poveri e di una casa di riposo per i vecchi poveri”. Nel rispetto delle volontà del fondatore e di quanti hanno profuso tempo, energie ed elargizioni, l’Ospedale e Casa di Riposo ha garantito, negli anni, la continuità degli scopi originari nella cura degli ammalati, nell’assistenza sociale e socio sanitaria degli anziani, prioritariamente residenti nel comune di Gussago.

Seguici sui nostri canali
Necrologie