viabilità

Corda Molle, il Mit ha deciso: niente pedaggi o incrementi tariffe da giugno

A seguire il dossier è il Vicepremier e Ministro Matteo Salvini

Corda Molle, il Mit ha deciso: niente pedaggi o incrementi tariffe da giugno
Pubblicato:
Aggiornato:

Corda Molle, il Mit ha deciso: niente pedaggi o incrementi tariffe da giugno.

Corda Molle: arriva la decisione da parte del Mit

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato che dal prossimo mese di giugno non ci saranno nuovi pedaggi o incrementi di tariffe per i mezzi che percorrono la Corda Molle. Iol Mit ha infatti dichiarato di aver chiarito alla Società concessionaria che ogni variazione dovrà essere preventivamente definita con il Concedente. A seguire il dossier è il Vicepremier e Ministro Matteo Salvini.

Un tema che tiene banco da giorni

Nei giorni scorsi si era discusso della possibilità di introdurre un pedaggio sulla Corda Molle che, lo ricordiamo, a fine lavori,  diventerà un raccordo autostradale che completerà l’interconnessione tra A4, A21 e Brebemi. Sul tema è intervenuta ieri (lunedì 5 febbraio 2024) la Provincia.

Reazioni

 “Grazie al vicepremier e ministro Matteo Salvini che ha posto fine alle polemiche confermando che non ci saranno nuovi pedaggi per i residenti che percorrono la ‘Corda Molle’ escludendo dai pedaggi i 14 portali free flow. Ancora una volta l’attenzione da parte del MIT alle richieste del territorio ha permesso di evitare nuovi costi per gli automobilisti bresciani che percorrono questa importante arteria stradale che proprio grazie al lavoro di Salvini ha raggiunto la piena operatività”.

Lo dichiarano i consiglieri regionali del gruppo Lega, Davide Caparini e Floriano Massardi, a seguito della comunicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

“L’introduzione di un pedaggio per i residenti non è mai stata all’ordine del giorno - sottolineano i consiglieri - e il ministro Salvini ha definitivamente chiarito che qualsiasi variazione relativa alle tariffe da parte di Autovie Padane, concessionaria della A21 e della bretella tra Montichiari e Ospitaletto, dovrà essere preventivamente concordata con il Concedente, garantendo così trasparenza e tutela degli utenti. Un’ulteriore prova dell’attenzione del Governo, e in particolare del Ministro Salvini, alle esigenze dei lombardi”.

In evidenza un'immagine d'archivio.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali