città

Consigli di Quartiere: oltre 400 le candidature presentate in vista delle prossime consultazioni

Tra queste soltanto 12 sono state escluse per firme insufficienti o perché giunte oltre il termine massimo

Consigli di Quartiere: oltre 400 le candidature presentate in vista delle prossime consultazioni
Pubblicato:

Sono oltre 400 le candidature presentate in vista delle prossime consultazioni per i Consigli di Quartiere a Brescia.

Oltre 400 le candidature presentate

Sono  471 candidature arrivate in vista delle prossime consultazioni. Tra queste soltanto 12 sono state escluse per firme insufficienti o perché giunte oltre il termine massimo.

Consigli di Quartiere:  le parole di Valter Muchetti

“L’incremento di partecipazione registrato quest’anno testimonia che i Consigli di Quartiere sono considerati una valida esperienza da parte dei cittadini” ha commentato l’assessore alla Partecipazione Valter Muchetti, “sono molti i consiglieri che si sono ricandidati, anche l’opposizione, da sempre contraria a questo strumento, ha lavorato con noi per il nuovo regolamento. Sono ovviamente dispiaciuto che due Consigli di Quartiere, Caionvico e Sanpolino, per motivi diversi non abbiano raggiunto il numero minimo di candidati per presentarsi alle prossime consultazioni. Nel caso di Caionvico – ha spiegato l’assessore – una firma non è stata ritenuta valida perché fatta da una persona residente all’estero, cosa non possibile per il nostro regolamento, mentre per Sanpolino una candidatura è stata presentata fuori tempo massimo, e quindi non è stata accolta. Nel rivendicare che l’Amministrazione cercherà di anticipare il più possibile la ripresentazione delle candidature per avere una seconda tornata elettorale per questi due soli Consigli di quartiere ben prima dei 180 giorni a disposizione, propongo in via straordinaria ai consiglieri uscenti di Caionvico e Sanpolino, assieme ai nuovi candidati, di costituire nel frattempo un comitato di fatto che l’Amministrazione riconoscerà in via informale e con cui potrà dialogare in attesa delle nuove consultazioni”.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali