Attualità
guerra in ucraina

Chiari avvia la solidarietà per l'Ucraina e anche Rudiano e Trenzano tendono la mano

Anche oggi, sabato, i volontari del Faro raccoglieranno cioccolata, scatolami, barrette energetiche e caffè solubile davanti all'Italmark.

Chiari avvia la solidarietà per l'Ucraina e anche Rudiano e Trenzano tendono la mano
Attualità Bassa, 05 Marzo 2022 ore 14:14

Una rete tra comuni per una raccolta di beni a sostegno della popolazione ucraina. È quella che ha lanciato l’Amministrazione comunale del sindaco Massimo Vizzardi, in collaborazione con le realtà del territorio, per incanalare la generosità dei clarensi, i quali fin da subito, allo scoppio del conflitto con la Russia, avevano manifestato la propria volontà di aiutare come possibile la popolazione sotto attacco.

Chiari avvia la solidarietà e anche Rudiano e Trenzano tendono la mano

Un'iniziativa che ha trovato il plauso anche dei vicini Comuni di Trenzano e Rudiano che hanno aderito a loro volta. Tanti, del resto, i beni che oggi sono necessari nel Paese e in quelli confinanti (Polonia, Moldavia, Romania) dove si stanno ammassando i profughi in fuga dal conflitto. Tra questi, ovviamente, in primis gli alimentari: tutti quelli monodose in scatola (non vetro), ma anche cioccolata, frutta secca e caffè; oltre ai beni di prima necessità, considerando anche la neve e il gelo presenti in questo periodo nell’Est Europa: come coperte, biancheria maschile e maglioni di lana (in buone condizioni ed igienizzati). E soprattutto medicinali, sempre più difficili da reperire: come gastroprotettori, antibiotici, antinfiammatori, antireflusso, garze sterili, garze con connettivina, cerotti da sutura, cerotti chirurgici, filo sterile, pinze, aghi, siringhe e cateteri.

Noi non siamo indifferenti non è solo il titolo delle nostre iniziative, è il minimo che possiamo fare per gridare forte che siamo contro qualsiasi forma di violenza. Che condanniamo quanto sta accadendo, che siamo vicini, anche se con piccoli gesti, ai cittadini ucraini e che crediamo che la democrazia vada difesa, curata e “insegnata” ai nostri ragazzi come prima cosa attraverso il nostro comportamento. Come Amministrazione abbiamo accolto la proposta della nostra concittadina Svitlana Shapka e abbiamo cercato di darle supporto e forma coinvolgendo quante più realtà possibili (che ringrazio tutte di cuore) per testimoniare che si può fare, si può collaborare anche quando i colori sono diversi perché il fine ultimo è più forte di qualsiasi divisionismo. Vogliamo che i nostri figli imparino fin da piccoli che la collaborazione e il dialogo sono più forti del pugno duro. Speriamo che la nostra goccia nel mare scateni l’onda che può “fare la differenza.

Ha ribadito il sindaco Massimo Vizzardi, tra i primi (giovedì sera) ad organizzare un momento di condivisione e di condanna nei confronti della guerra in Ucraina. A lui, però, si è aggiunto anch il primo cittadino Alfredo Bonetti.

Condannare la guerra è quasi scontato, spesso quello che più ci logora è rimanere con le mani in mano. La nostra Giunta, di all’unanimità , ha deciso di aderire all’iniziativa clarense per mettere in sinergia le risorse e partecipare ad un progetto comunitario allargato. Anche questo piccolo gesto di cooperazione è un messaggio forte e chiaro che testimonia l’importanza del rimanere uniti nell’affrontare le difficoltà e le situazioni critiche. Le situazioni drammatiche destabilizzano ma saper fare sistema significa riuscire a superarle con una marcia in più».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Italo Spalenza, primo cittadino di Trenzano.

Sappiamo che è una goccia nel mare, ma in questo momento l’unica cosa che possiamo fare è unirci a quel movimento solidale nato per sostenere il popolo ucraino. È per questo che abbiamo attivato congiuntamente a Chiari una raccolta di beni di prima necessità. Siamo certi che anche in questa occasione la generosità dei nostri concittadini non verrà meno.

I punti di consegna

I punti di consegna sono la sede delle Associazioni d’Arma (via G.B. Rota, 16/C): aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12, oltre al lunedì e giovedì pomeriggio dalle 18 alle 20. Oppure la sede della Proloco (piazza Zanardelli), aperta ogni lunedì, mercoledì e sabato dalle 10 alle 12. La Proloco sarà aperta anche domani mattina, domenica 6 marzo.

A Trenzano sarà possibile recarsi in Municipio, in via Vittorio Emanuele II, 3 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 19. A Rudiano, invece, i punti di raccolta sono alla suola dell’infanzia San Giuseppe, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 15 e all’ex ufficio di Polizia Locale, sabato dalle 10 alle 12. Tutto sarà poi portato a Chiari.

La raccolta all'Italmark

Anche oggi, sabato, i volontari dell'associazione Il Faro 50.0  raccoglieranno cioccolata, scatolami, barrette energetiche e caffè solubile davanti all'Italmark. Resteranno fino alle 19.

Anche ad Urago d'Oglio, il comitato "Per i bambini di Chernobyl" è stato tra i primi ad attivarsi per dare una mano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie