Tempo libero
Musica sul Garda

Trio Eridanòs in scena a Palazzo Wimmer per Suoni e Sapori del Garda

A calcare il palco Serafino Tedesi al violino, Giuseppe Merli al pianoforte e Marco Righi al violoncello.

Trio Eridanòs in scena a Palazzo Wimmer per Suoni e Sapori del Garda
Tempo libero Garda, 08 Ottobre 2021 ore 09:42

Tutto pronto per il terzultimo concerto del Festival Suoni e Sapori del Garda in programma per sabato 9 ottobre alle 17 a Palazzo Wimmer (ex Casinò) in Corso Giuseppe Zanardelli 166.

I protagonisti

Protagonista del concerto sarà Il Trio Eridanòs (Serafino Tedesi - violino, Giuseppe Merli - pianoforte e Marco Righi – violoncello) che ci proporrà Musiche di Beethoven e Brahms. I componenti del Trio si sono diplomati nei conservatori di Piacenza e Parma; in seguito hanno svolto singolarmente un’intensa attività concertistica e sono vincitori di numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Dopo anni di carriera hanno deciso di unirsi in questa formazione considerata una delle più affascinanti e complete per sonorità, con un vastissimo repertorio.

Cosa avrà il piacere di ascoltare il pubblico?

In questo concerto i musicisti propongono due trii nella stessa tonalità, due trii in do minore, dove sarà facilmente comprensibile la diversa visione e interpretazione di questa tonalità da parte dei due compositori, L.V. Beethoven e J. Brahms, due dei più importanti autori del classicismo e del romanticismo, che hanno saputo sfruttare e valorizzare come pochi le particolarità e le sonorità di questi strumenti.

Programma

L.V. Beethoven: trio op. 1 n. 3 in do minore; Allegro con brio - Andante cantabile con variazioni – Menuetto - Finale. L' Opus 1 di Ludwig van Beethoven è un insieme di tre trii con pianoforte (scritti per pianoforte, violino e violoncello), eseguiti per la prima volta nel 1795 nella casa del principe Lichnowsky , al quale sono dedicati. I trii furono pubblicati nel 1795. Nonostante la designazione op. 1, questi trii non erano le prime composizioni pubblicate di Beethoven; questa distinzione appartiene piuttosto alle sue Dressler Variations per tastiera (WoO 63). Chiaramente ha riconosciuto l'op. 1 composizioni come le prime da lui prodotte che erano abbastanza sostanziali (e abbastanza commerciabili) da compilare una prima importante pubblicazione per presentare il suo stile di scrittura al pubblico musicale. A differenza degli altri trii con pianoforte in quest'opera, il terzo trio non ha uno scherzo come terzo movimento ma un minuetto. Questo terzo trio per pianoforte è stato successivamente rielaborato da Beethoven nel quintetto d'archi in do minore op. 104. J. Brahms: trio op. 101 in do minor Allegro energico - Presto non assai - Andante grazioso - Allegro molto. Il Trio per pianoforte e archi n. 3 in do minore, opus 101 è un trio per pianoforte, violino e violoncello, di Johannes Brahms. Composto durante l'estate del 1886 sulle rive del lago di Thun (Svizzera), dove Brahms soggiornava, venne eseguito in pubblico il 20 dicembre 1886, al Teatro dell'Opera di Budapest con un trio formato dal violinista Jenő Hubay, dal violoncellista David Popper ed il compositore al piano.

 

Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival Suoni e Sapori del Garda propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. La direzione artistica è affidata al maestro Serafino Tedesi coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote; l’intento è quello di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. I comuni che fanno parte dell’edizione 2021 sono: Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Lonato del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

Info utili

L'ingresso è libero con Green Pass, prenotazione obbligatoria telefonando al numero 0365/290411 o scrivendo a info@lagodigarda.it. I posti non sono assegnati preventivamente.

Nella foto in evidenza il Maestro Serafino Tedesi.

Necrologie